Virgilio Sport

Mercato Milan: i retroscena dell'addio di Gianluigi Donnarumma

Ci sarebbe una motivazione ben precisa da parte dei rossoneri dietro la cessione del suo giovane portiere.

Pubblicato:

I quotidiani sportivi di oggi individuano in Mino Raiola la causa del divorzio dal Milan di Gianluigi Donnarumma. Il procuratore di origine campana, tra i cui assistiti c’è anche Gigio, sembra abbia stancato la dirigenza rossonera, esausta dei continui tira e molla a cui la sottopone, giocando sempre al rialzo quando ci sono di mezzo i suoi assistiti.

Per dare quindi un taglio agli ingaggi e ai servizi di Raiola, il Milan ha dato il benservito a Donnarumma e al fratello Antonio dopo aver capito che il giovane estremo difensore non avrebbe firmato alle cifre proposte dal Diavolo, pertanto dal bilancio della stagione 2021-2022 spariranno ben 14 milioni di euro lordi di costi legati agli ingaggi dei due calciatori

Ma non è tutto: sembra infatti che il Milan stia andando verso la cessione di Alessio Romagnoli, un altro assistito di Raiola, il cui contratto scade il 30 giugno 2022. Quindi, per evitare di perdere anche il capitano a costo zero, o lo si cede in questa sessione di calciomercato, oppure ci si dovrebbe sedere al tavolo per trattare il rinnovo, ipotesi quest’ultima improbabile.

Un discorso a parte, invece, merita ovviamente Zlatan Ibrahimovic, il più eccellente rossonero che Raiola ha in cura. Il perché è evidente: oltre a essere colui che, pur avvicinandosi ai 40 anni, ha fatto fare il salto di qualità al Milan, lo svedese si gestisce praticamente da solo. Il rinnovo del contratto per la prossima stagione lo ha firmato in autonomia, scavalcando letteralmente Raiola.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...