,,
Virgilio Sport SPORT

Michela Persico: la versione sul tampone è un caso. La Juve nega

In un'intervista, Michela Persico fidanzata di Rugani ha detto che il tampone è stato fatto l'8 marzo, creando scompiglio sulle date

La fase, forse, è tra le più complicate da gestire e per le sensazioni personali, le fragilità, e per le ricostruzioni dovute ma ancora complicate per chi vive questo coronavirus. Così l’intervista rilasciata da Michela Persico, giornalista e conduttrice televisiva e compagna di Daniele Rugani, a TPI (The Post Internazionale) ha suscitato interrogativi legittimi scaturiti dai tempi indicati dalla compagna del giocatore risultato positivo al tampone e positiva a sua volta.

Le risposte di Michela Persico: il dubbio sulla data del tampone

A domanda diretta, la fidanzata (in attesa di un bambino come lei stessa ha annunciato a Chi) ha precisato prima dove abbia fatto il tampone Rugani: “Al campus, sempre alla Continassa, presso il J-Medical, eseguito dalla struttura sanitaria pubblica a cui si appoggia il club. Ventiquattro ore dopo è arrivato il risultato…”.

Juve-Inter: che cosa è successo?

Poi, Michela ha risposto in merito ai tempi, provocando di fatto una reazione per via della concomitanza con la data di Juve-Inter: “Daniele ha fatto il tampone domenica 8 marzo, e il risultato è arrivato il 9. Io l’ho fatto il 16, una settimana fa. (N.B. Chiesta nuovamente conferma di questa notizia a Michela Persico è emerso che, diversamente da quanto documentato nell’audio-registrazione dell’intervista di Gambino alla fidanzata di Rugani, il difensore della Juve avrebbe fatto il tampone la mattina di martedì 10 marzo, e sarebbe risultato positivo l’11 marzo. Notizia confermata anche dall’agente di Rugani a TPI).

Questa affermazione ha destato non solo attenzione da parte degli addetti ai lavori, ma la replica da parte della Juventus che ha provveduto a rettificare la data, cosa che mostra specifica anche TPI nell’intervista è stata confermata anche dall’agente del giocatore.

La ricostruzione degli avvenimenti e il comunicato Juve

La giornalista, originaria di Alzano Lombardo cittadina al centro di un focolaio, sostiene che il tampone a Rugani per la ricerca del virus è stato effettuato domenica 8 marzo e che l’esito gli è stato comunicato quindi il 9, cosa confermata nella rettifica di TPI. La Juventus contesta questa ricostruzione e fa sapere che la data del test è mercoledì 11 marzo: l’analisi sarebbe stata effettuata al mattino, il responso consegnato alla sera.

Alle 23 dell’11 marzo, in effetti, controllando quanto pubblicato sul sito ufficiale del club bianconero, la società ha diffuso il comunicato con cui rendeva nota la positività di Rugani, primo in serie A ad aver reso noto questo risultato.

VIRGILIO SPORT | 24-03-2020 15:18

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...