Virgilio Sport

Milan e Inter con tante spine: che fine fanno De Ketelaere, Origi e Correa?

Milan e Inter cercano acquirenti per De Ketelaere, Origi e Correa, calciatori dagli ingaggi pesanti ma dal rendimento deludente

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Comprare sì, ma anche e soprattutto vendere. È questo l’imperativo in casa Milan e Inter, che si ritrovano con diversi esuberi da piazzare: per quanto riguarda il Diavolo, si cerca di capire il futuro dell’oggetto misterioso Charles De Ketelaere e di vendere Divock Origi, mentre i nerazzurri sperano di privarsi di Joquin Correa, il cui biennio nel capoluogo lombardo si è rivelato molto al di sotto delle aspettative. Cederli, però, non sarà affatto operazione semplice, visto lo scarso utilizzo nell’ultima stagione.

Milan: cercasi acquirenti per De Ketelaere

La scorsa estate, quando il tandem Maldini-Massara mise a segno il colpo De Ketelaere, in molti davano il Milan di nuovo favorito per la vittoria del campionato. Il classe 2001 belga, infatti, veniva da una stagione straordinaria con la maglia del Club Bruges. Ma in Italia non si è mai ambientato. Pioli ha provato in tutti i modi a inserirlo, ma il ragazzone alto 192 centimetri si è dimostrato ancora timido e impacciato per la Serie A.

Dunque, cosa fare? Pagato 35 milioni di euro, è un patrimonio che non può essere svenduto. Il Milan punta a incassarne almeno 28, purché vi sia qualcuno disposto a sobbarcarsi un tale investimento. Non è da escludere l’ipotesi prestito, con l’Atalanta sullo sfondo così come l’ipotesi che resti in rossonero per cercare il riscatto.

Non solo il belga: anche Origi è in lista di sbarco

Ingaggiato a costo zero, il colpo Origi si è rivelato un flop. Solo due gol in 27 presenze per il gigante ex Liverpool, che non rientra più nei piani del club rossonero. Venderlo sta risultato più complicato del previsto, per via del suo stipendio da 4 milioni di euro. L’idea di uno scambio con Scamacca piaceva al West Ham, ma non al centravanti belga, che, pare, abbia rifiutato anche la corte dell’Arabia Saudita. Potrebbero salutare Milanello anche Rebic, seguito dal Besiktas, e Messias, che ha diversi estimatori in Italia (Torino e Bologna su tutti).

Inter: l’obiettivo è privarsi di Correa

Inutile girarci intorno: Simone Inzaghi sperava che il Tucu ripetesse in nerazzurro le magie mostrate con la maglia della Lazio. Ma l’argentino, a Milano, non è mai riuscito a incantare nessuno. Il bilancio è di 10 gol in 77 partite: tra infortuni e prestazioni sottotono, i due anni di Correa all’Inter possono senza alcun dubbio essere bocciati.

Marotta e Ausilio sperano di riuscire a trovare un club che voglia scommettere sulla rinascita dell’argentino. Magari in Spagna, dove ha giù giocato. Oppure in Premier League. Al momento, però, non c’è nulla. Se ne riparlerà più avanti: la priorità, ora, è definire la cessione di Onana al Manchester United.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...