,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, il caso Rebic fa discutere i tifosi

Per la dirigenza rossonera si prospetta una scelta difficile 

Ci ha messo un bel po’ per adattarsi al calcio italiano, ma quando l’ha fatto – e ha ottenuto la fiducia di Stefano Pioli – Ante Rebic ha iniziato a mostrare sul campo tutte le sue qualità. Prima dello stop a causa del coronavirus, il croato s’era trasformato in un elemento imprescindibile per il Milan, capace di segnare 6 reti nelle ultime 7 giornate di campionato. 

Verso il riscatto

Numeri che spingono la dirigenza a mettersi al lavoro per acquisire il cartellino dell’attaccante a titolo definitivo: Rebic è infatti arrivato in prestito senza alcun diritto di riscatto, quindi a giugno dovrebbe far ritorno all’Eintracht di Francoforte.

Il croato, però, vuole restare al Milan e il club vuole tenerlo: la trattativa con la società tedesca, però, è tutta da costruire e inoltre va trovato l’accordo con il giocatore per l’ingaggio delle prossime stagioni. 

Quanto ai tifosi, la maggioranza dei milanisti vorrebbe confermare Rebic – anche perché altri attaccanti sono destinati a partire –, tuttavia il popolo rossonero non ha un’opinione unanime. 

Il parere dei tifosi

“Ma che ce ne facciamo? Via subito anche lui con tutti quelli nuovi”, tuona Simone su una delle pagine Facebook più frequentate dal tifo rossonero. Ma Davide gli risponde piccato: “Eh sì, sta facendo schifo eh? Proprio come Gattuso…”. 

Per Mauro, invece, non c’è neanche da discutere, Rebic è uno dei pochi che merita assolutamente il rinnovo nell’organico rossonero: “Per Rebic serve assolutamente il rinnovo con il Milan!”, scrive il tifoso rossonero. “Trattenetelo” è l’invito di Giovanna alla società. 

“Mi manca Rebic!” aggiunge Lilac su Twitter, parlando della pausa del campionato. La sensazione, dunque, è che se il croato non dovesse restare in rossonero sulla dirigenza del Milan pioverebbe nuovamente una valanga di critiche.       

SPORTEVAI | 03-04-2020 11:37

Milan, il caso Rebic fa discutere i tifosi Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...