Virgilio Sport

Milan, Pioli: "Kessie vuole restare"

L'allenatore del Milan, Stefano Pioli, presenta in conferenza stampa la prima sfida dei rossoneri, impegnati domani sul campo della Sampdoria.

Pubblicato:

Milan, Pioli: "Kessie vuole restare" Fonte: Getty

Il Milan chiude il programma del primo turno del nuovo campionato di Serie A esordendo sul campo della Sampdoria. Dopo il secondo posto della passata stagione, i rossoneri ripartono con l’intenzione di alzare l’asticella e disputare un campionato di profilo.

I rossoneri hanno perso Donnarumma e Calhanoglu, ma in un motore già collaudato hanno inserito Mike Maignan, Olivier Giroud e da pochi giorni anche il campione d’Europa Alessandro Florenzi. 

Al timone c’è sempre il confermatissimo Stefano Pioli che in conferenza stampa ha presentato la prima sfida della stagione contro la formazione guidata da Roberto D’Aversa. “Sono molto contento dei giocatori nuovi. Di Mike (Maignan, ndr), Olivier (Giroud, ndr), Ballo-Touré, Alessandro (Florenzi) ieri. Hanno vinto e hanno avuto esperienze ad alti livelli. Sanno cosa voglia dire vincere e che sanno come essere professionisti. Abbiamo fatto tutto il necessario per presentarci nelle migliori condizioni possibili per la partita di domani”.

Il Milan, insieme all’Atalanta, è tra le squadre di vertice che non ha cambiato allenatore. Pioli parla di continuità ma senza rinunciare alle novità, “La continuità è importante per i principi di gioco ed è un vantaggio che dobbiamo portare sul campo e sfruttare. Nel calcio moderno non si può avere un canovaccio solo e già l’anno scorso abbiamo guardato di cambiare partita dopo partita. Il nostro obiettivo è di avere più vantaggi di partita in partita. Non sono vincolato a nessun sistema di gioco ma ai nostri principi. Vogliamo giocare un calcio offensivo e veloce, che richiede grande sforzo e spirito di squadra. Dobbiamo confermarci ad alti livelli”.

Alla terza stagione sulla panchina rossonera, Pioli non ha dubbi: è questo il suo Milan più forte. “Sì, perché ho trovato un gruppo più consapevole. E parlo dei giovani come Leao e Tonali, che ho trovato più maturi e forti. Ci manca ancora qualcosa come Ibrahimovic e Kessie, fuori per infortunio. Siamo un gruppo forte e credo che se accoppiamo umiltà e ambizione possiamo fare bene. Dovremo provare a vincere ogni singola partita e cercare di fare un buon campionato consapevoli che ci soni squadre forti. Le sette squadre che possono vincere lo scudetto sono vicine. Avremo poi la Champions dove vogliamo essere protagonisti”.

Tra le note liete del ritiro precampionato c’è Olivier Giroud, arrivato in estate dal Chelsea. “Olivier, o Oliviero come si è presentato lui, è un grande professionista. È una persona di livello e spessore. È un giocatore che sa far giocare bene le squadre e sa come giocare al meglio. Si è inserito bene e porterà tanta esperienza. Abbiamo fatto amichevoli di livello e siamo riusciti a costruire bene le nostre trame di gioco. Olivier sa giocare bene sia in coppia, sia con un trequartista alle spalle. È un professionista serio”.

Per Tonali, alla seconda stagione in rossonero, è il momento del salto di qualità. “Tutti noi dobbiamo dare dimostrazioni ogni settimana. Alleno giocatori di livello e ci aspettiamo tanto da loro così come da Sandro. È un giocatore che ha tanta gamba, che si prende più responsabilità nelle giocate. Le difficoltà incontrate lo aiuteranno a crescere ma ci aspettiamo prestazioni di livello. Avrà una crescita costante e continua”.

Il Milan debutterà ufficialmente in questa stagione domani contro la Sampdoria di D’Aversa. “Abbiamo guardato le partite amichevoli e la partita di Coppa Italia contro l’Alessandria di lunedì scorso. È una squadra che si difende bene e che ha qualità nel reparto offensivo, dove mi aspetto Quagliarella con Gabbiadini, Candreva e Damsgaard. È un debutto complicato. Vogliamo fare una grande partita e ci siamo preparati bene”.

Pioli attende il rientro di Zlatan Ibrahimovic e rivela le prossime tappe del percorso di recupero dello svedese. “Fisicamente sta meglio anche se non ha ancora lavorato con la squadra. La prossima settimana sarà importante per lui e se andrà come tutti speriamo con la sosta rientrerà in gruppo. Sarà sempre il nostro leader tecnico e carismatico ed è un giocatore determinante per la squadra. Non vede l’ora di allenarsi con i compagni”.

Filosofia e mercato: Pioli ha le idee chiare. “Dovrà essere un Milan padrone di sè stesso. Anche quando saranno le partite difficili dovrà mantenere la sua identità e la sua filosofia di gioco. I dirigenti sono attivi e il mercato non è finito, vedremo chi arriverà. Siamo una squadra forte e cresciuta nella consapevolezza dello stare in campo. Le parole dovranno trasformarsi in fatti e sono positivo e consapevole di allenare una squadra forte”.

Resta caldissimo il tema rinnovo per Franck Kessie, che non ci sarà a Marassi per infortunio. “Ha avuto un’estate particolare. Si è sposato, ha fatto le Olimpiadi ed è tornato e ha fatto i test fisici che erano i migliori della squadra. C’è la volontà da ambo le parti di continuare insieme. Vedo un giocatore sereno e che non vede l’ora di continuare con noi”.

Pioli non si sbilancia sulla griglia di partenza della nuova Serie A 2021/2022: “Difficilissimo. Ci sono 7 squadre che possono vincere lo scudetto. Ci sarà molto equilibrio. La scorsa stagione, a parte l’Inter, molte squadre si sono giocate i loro obbiettivi fino a fine stagione. L’Inter rimane favorita così come è fortissima la Juventus. Siamo forti noi, la Roma, L’Atalanta e la Lazio. sarà un campionato difficile e dovremo essere concentrati in tutte le partite perchè saranno tutte importantissime”.

Nessun dubbio sulla fascia da capitano, nonostante Romagnoli parta dietro nelle gerarchie in difesa. “Il capitano è Romagnoli. Se Alessio non gioca si sceglierà il capitano guardando alle annate di appartenenza. È più importante avere giocatori uniti e entusiasti di stare insieme che guardare chi ha la fascia al braccio”

Pioli lancia la carica in vista della nuova stagione, che vedrà il ritorno del Milan in Champions League. “A parte l’imprevisto di Franck, credo che abbiamo fatto tutte le cose programmate. Non abbiamo fatto tante amichevoli perchè volevamo lavorare su altre situazioni. Miglioreremo strada facendo, giocando con continuità e saremo pronti per giocare ogni 3 giorni con l’arrivo della Champions”.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...