Virgilio Sport

Milan, Rangnick all'attacco: veleno su Maldini e Ibrahimovic

Il tecnico tedesco parla di "mancata svolta": "Io non insisterei su giocatori 38enni, l'esempio da seguire è l'Atalanta".

20-08-2020 08:31

Ralf Rangnick torna a parlare del Milan in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, e non in toni particolarmente lusinghieri. Il tecnico tedesco, accostato a lungo alla panchina rossonera, ha detto la sua sulla riconferma di Stefano Pioli: “Conferma meritata, anche per la persona che è: l’ho apprezzato nelle interviste, sempre concentrato sugli obiettivi. Se poi è la scelta giusta nel medio e lungo termine, è un’altra questione…”.

L’ex responsabile dell’area tecnica della Red Bull parla di “mancata svolta” per il club rossonero: “La domanda è: perché il Milan si era rivolto a me e cosa mi voleva far fare? Magari cercava una svolta. Lavoro alla crescita e i giovani imparano molto più in fretta”. 

Non è nel mio stile insistere su giocatori di 38 anni – è la frecciata a Zlatan Ibrahimovic -: non perché non siano abbastanza bravi, e Ibra certamente lo è, ma perché preferisco creare valore e sviluppare il talento. Per me ha poco senso puntare su Ibra o Kjaer, ma è la mia idea, né giusta né sbagliata, semplicemente diversa. Quando Ibra ha detto di non conoscermi non aveva torto, perché anch’io non lo conosco personalmente, non avendoci mai parlato”. 

Rangnick cita ad esempio l’Atalanta: “Sarà paradossale ma l’esempio è a 30 km: è l’Atalanta che ha un terzo del fatturato ma arriva davanti. Fanno investimenti intelligenti, hanno un settore giovanile tra i migliori d’Europa. Gasperini è bravissimo. Si vince di squadra. Stimo molto Conte”.

L’allenatore tedesco punge anche l’accoppiata Maldini-Boban: “Nella vita una delle mie regole è: non parlare di chi non conosci personalmente. E da parte mia non è mai stata detta mezza parola sul Milan, mai. Posso parlare di Maldini ex calciatore: è stato straordinario, una leggenda vera e propria. Ma non posso dire lo stesso da direttore sportivo: semplicemente, non lo conosco in questo ruolo. Da esterno ci si può chiedere se la proprietà è contenta dei risultati in rapporto al denaro investito negli ultimi anni. Io causa del divorzio tra Boban e il Milan? Dovete chiedere a chi rappresenta il club”. 

Milan, Rangnick all'attacco: veleno su Maldini e Ibrahimovic Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...