Virgilio Sport

Mondiali sci 2023: calendario, speranze italiane e dove vederli in tv

Sulle nevi francesi di Courchevel e Meribel dal 6 al 19 febbraio si svolgerà la 47a edizione dei Mondiali di sci: Shiffrin e Odermatt possibili dominatori, l'Italia sogna con Goggia e la Valanga Rosa

Pubblicato:

Con le coppe generali virtualmente assegnate ai dominatori Marco Odermatt e Mikaela Shiffrin, entrambi a un passo dal secondo trionfo consecutivo, l’attenzione di appassionati di sci, addetti ai lavori e atleti si sposta sulla 47ª edizione dei campionati del mondo, che si aprirà ufficialmente domenica 5 febbraio con la cerimonia d’apertura, alla vigilia dell’inizio delle gare.

Sci, per la prima volta Mondiali in due località differenti: a Courchevel e Meribel la 47ª edizione

Ad ospitare la rassegna saranno le nevi francesi, al confine con l’Italia, di Courchevel e Meribel, i cui resort sono collegati da una strada lunga 10 chilometri. Per la prima volta nella storia i Mondiali si svolgeranno in due città distinte. Le due città sono già state sede di gare ai Giochi di Albertville 1992: a Meribel si svolsero le prove di salto con gli sci, a Courchevel quelle di combinata nordica. Meribel è tristemente famosa anche per essere stata teatro del grave incidente sugli sci occorso a Michael Schumacher il 29 dicembre 2013.

Due anni dopo l’edizione di Cortina d’Ampezzo, quindi, i Mondiali si disputeranno ancora in Europa, per la quarta edizione consecutiva e per la quinta nella storia in Francia, a 14 anni dall’edizione svoltasi in Val d’Isere nel 2009. La Francia ha ospitato i Mondiali anche a Chamonix, nel 1937 e nel 1962, e a Grenoble, nel 1968.

Le sedi di gara saranno le piste L’Éclipse di Courchevel, dove si disputeranno le gare maschili, e la Roc de Fer di Meribel, che ospiterà tutte le gare femminili, gli slalom paralleli maschile e femminile e la prova a squadre.

Mondiali sci 2023, il calendario delle gare

Le gare saranno in programma tra il 6 e il 19 febbraio e vedranno impegnati 600 atleti provenienti da 75 paesi differenti. Ai sei titoli in palio in campo maschile e agli altrettanti in campo femminile, si aggiungerà come ormai consuetudine lo spettacolare torneo di slalom parallelo misto, con due donne e due uomini per ciascuna nazionale in gara a due a due. La prova mista è in calendario dal 2005 e non si è disputata a causa delle avverse condizioni metereologiche proprio in occasione dell’edizione 2009 in Val d’Isere.

Di seguito il calendario completo delle gare:

Lunedì 6 febbraio

Ore 11.00: super-G combinata femminile a Meribel
Ore 14.30: slalom combinata femminile a Meribel

Martedì 7 febbraio

Ore 11.00: super-G combinata maschile a Courchevel
Ore 14.30: slalom combinata maschile a Courchevel

Mercoledì 8 febbraio

Ore 11.30: super-G femminile a Meribel

Giovedì 9 febbraio

Ore 11.30: super-G maschile a Courchevel

Sabato 11 febbraio

Ore 11.00: discesa femminile a Meribel

Domenica 12 febbraio

Ore 11.00: discesa maschile a Courchevel

Martedì 14 febbraio

Ore 12.15: parallelo a squadre miste a Meribel

Mercoledì 15 febbraio

Ore 12.00: parallelo individuale maschile e femminile a Meribel

Giovedì 16 febbraio

Ore 10.00: prima manche gigante femminile a Meribel
Ore 13.30: seconda manche gigante femminile

Venerdì 17 febbraio

Ore 10.00: prima manche gigante maschile a Courchevel
Ore 13.30: seconda manche gigante maschile

Sabato 18 febbraio

Ore 10.00 prima manche slalom femminile a Meribel (Francia) – Rai ed Eurosport (palinsesti precisi da definire)
Ore 13.30 seconda manche slalom femminile a Meribel (Francia) – Rai ed Eurosport (palinsesti precisi da definire)

Domenica 19 febbraio

Ore 10.00: prima manche slalom maschile a Courchevel
Ore 13.30: seconda manche slalom maschile

Mondiali sci, i protagonisti più attesi: Shiffrin vuole tutto, Odermatt per spezzare il tabù

Come detto Mikaela Shiffrin e Marco Odermatt saranno i due protagonisti più attesi, decisi a mettere il punto esclamativo a una stagione che li ha visti dominare in coppa del mondo. La statunitense, in particolare, è l’unica sciatrice ad aver vinto medaglie d’oro in cinque mondiali consecutivi e punta a superare il record della tedesca Christl Cranz, che ha vinto 15 medaglie tra il 1934 e il 1939: Shiffrin è attualmente a quota 11, sei delle quali d’oro, insieme alla francese Marielle Goitschel e alla svedese Anja Parson.

Ben diversa la situazione di Odermatt, che non ha incredibilmente ancora vinto nessuna medaglia ai Mondiali e sembra avere tutte le credenziali per infrangere il tabù, pur dovendo fare i conti con noie intermittenti al ginocchio sinistro. Di problemi fisici ne sa qualcosa anche il giovane norvegese Lucas Braathen, già costretto a saltare Cortina 2021 per infortunio ad appena 20 anni e che quest’anno sarà in gara menomato dopo l’operazione di appendicite subita a pochi giorni dai Mondiali.

Braathen è stato quest’anno lo slalomista più continuo con cinque podi ed ha pure vinto un gigante in Alta Badia. In slalom attenzione all’altro norvegese Henrik Kristoffersen, principale rivale di Odermatt in gigante, mentre nelle discipline veloci, oltre allo svizzero pigliatutto, i fari saranno puntati su Aleksander Aamodt Kilde. In campo femminile Shiffrin punta a prendersi tutto, eccetto la discesa libera, dove si potrebbe assistere ad un duello tutto italiano tra Goggia e Curtoni, ma la statunitense dovrà guardarsi principalmente da Gut-Behrami, campionessa in carica in gigante e Super-G, e dall’eterna rivale Petra Vilhova in slalom.

Mondiali sci 2023, le speranze italiane: fari sulla Valanga Rosa, Sofia Goggia a caccia del primo oro

L’Italia si presenta ai Mondiali con l’obiettivo minimo di superare il bottino di due podi ottenuto nel 2021 a Cortina. Lontanissimo il record di Sestriere ’97 e Garmisch 2011, con sei medaglie, le speranze azzurre sono riposte soprattutto in campo femminile, dove Sofia Goggia ha un appuntamento con la storia. La campionessa bergamasca, già certa di vincere la terza coppa consecutiva di specialità in discesa, andrà a caccia del primo oro mondiale della carriera dopo l’argento in Super-G ad Are 2019 e il bronzo nel gigante vinto a Saint-Moritz nel 2017.

Infortuni e sfortuna permettendo (la caduta di Cortina e la scivolata in allenamento hanno creato non pochi allarmi) in discesa Sofia, che ha vinto quattro delle sei libere stagionali di Coppa, dovrebbe doversi guardare solo da Elena Curtoni e da Corinne Suter, che un anno fa a Pechino le tolse la soddisfazione del bis d’oro alle Olimpiadi. Goggia sarà in gara a sorpresa anche in combinata, ma dove l’Italdonne ha concrete speranze di occupare il podio è in Super-G, dove a Goggia e Curtoni si aggiungeranno Federica Brignone, pur alle prese con una stagione poco brillante, e Marta Bassino, queste ultime due competitive anche in gigante.

In campo maschile le speranze italiane si appoggiano su Dominik Paris, fresco di primo podio stagionale a Cortina in Super-G: Domme sarà in gara anche in discesa e ha tutto per puntare molto in alto, anche se la concorrenza è più che qualificata. Ottimo anche il momento di forma di Mattia Casse, che sta vivendo la miglior stagione della carriera, sul podio in discesa in Val Gardena e a Wengen e poi anche in Super-G a Cortina. In slalom fari puntati su Alex Vinatzer, possibile outsider.

Mondiali sci Courchevel/Meribel 2023: dove seguirli in tv e streaming

Le gare dei Mondiali di sci alpino 2023 saranno trasmesse in diretta tv su Rai Sport ed Eurosport e in diretta streaming su RaiPlay, Eurosport.it e Discovery+.

Eurosport è visibile anche sulla piattaforma DAZN.

Clicca qui per conoscere le offerte più convenienti per abbonarsi a DAZN.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...