Virgilio Sport

Sci verso i Mondiali, l'Italia sogna anche con gli uomini: Paris e non solo

Dominik Paris sorprende tutti a Cortina: secondo posto in Super-G con il pettorale numero 1 alle spalle dell'imprendibile Odermatt. Ora i Mondiali dove Domme insegue un risultato storico

Pubblicato:

L’Italia dello sci maschile batte due colpi di tutto rispetto. Nel miglior momento possibile della stagione. In un’annata nella quale, come ormai consuetudine, le maggiori soddisfazioni, per non dire le uniche, per i colori azzurri erano arrivate dal settore femminile, con la solita Sofia Goggia, ma anche con Elena Curtoni e Federica Brignone, l’ultimo weekend di gennaio ha visto salire sul podio Mattia Casse e Dominik Paris, rispettivamente terzo e secondo nei due Super-G disputatisi a Cortina sull’Olimpia delle Tofane.

Mondiali di sci, ci siamo: la carica di Dominik Paris

Proprio una delle piste più care per Sofia Goggia è stata questa volta propizia anche per Paris, la certezza per lo sci maschile italiano anche in vista degli ormai imminenti Mondiali in programma a Courchevel/Meribel tra il 6 e il 19 febbraio.

Domme non saliva sul podio addirittura da tre anni (Lake Louise nel dicembre 2019) ed ha fatto peggio solo di un certo Marco Odermatt, lo svizzero che si avvia a conquistare la coppa del mondo generale per il secondo anno consecutivo. Paris ha chiuso a 76/100 dal primo posto, riscattando così la delusione per l’uscita di pista di sabato, nel giorno in cui a rappresentare l’Italia sul podio era stato Marco Casse, dietro a Aleksander Aamodt Kilde, entrambi fuori invece domenica. Nei primi 10 altri due italiani, Guglielmo Bosca nono a 1”35 da Odermatt e Innerhofer, decimo a 1”45 dopo la grande paura di sabato quando era finito contro le reti. A completare l’impresa di Paris il fatto che l’azzurro è sceso con il pettorale numero 1.

Dominik Paris insegue un posto nella storia: obiettivo podio ai Mondiali

“È stata una gara bellissima, non era facile partendo per primo, anche se il Super-g di ieri mi aveva dato qualche utile informazione. ma la parte centrale non è stata male tatticamente – le parole di Paris al termine della gara – Sono riuscito a fare tutto abbastanza bene, ma avrei potuto spingere maggiormente, visto che ho preso tre decimi da Odermatt, che comunque è impressionante, non sbaglia mai. Oggi, però, si sogna… Vado ai Mondiali con molta più fiducia, ci sarà una pista interessante”.

Già, si sogna, perché a tre mesi dal 34° compleanno Paris, al 43° podio della carriera, il 14° in Super-G, è caricatissimo per provare a conquistare a Meribel la terza medaglia della propria carriera ai campionati del mondo, quattro anni dopo l’oro di Are in Super-G e addirittura 10 dopo l’argento in discesa a Schladming. Le gare di discesa e di Super-G ai Mondiali sono in programma rispettivamente per il 9 e il 12 febbraio: la concorrenza sarà spietata e Odermatt sembra inarrivabile, sebbene lo svizzero conviva da qualche tempo con un dolore al ginocchio sinistro, e di certo la pista non sarà piena di trappole come quella di Cortina, disegnata dal tecnico svizzero Reto Nydegger, ma solo un italiano, Alberto Tomba, è riuscito ad andare sul podio ai Mondiali per due volte a distanza di 10 anni (Crans Montana 1987 e Sestriere 1997). Quindi Paris può sognare, essendo entrato in forma nel momento migliore della stagione.

Mondiali di sci, l’Italia maschile pronta a stupire

Per l’Italia quindi sono concrete le speranze di tornare sul podio nei Mondiali di sci a livello maschile dopo il secondo posto di De Aliprandini in gigante due anni fa a Cortina e di farlo con almeno due atleti, come non accade dal 2013, quando oltre a Paris prese una medaglia anche Manfred Moelgg in Super-G.

Anche perché oltre a Paris a Meribel arriverà in forma anche Christof Innerhofer, per la prima volta in stagione tra i primi dieci e perché a Meribel ci sarà pure Florian Schieder, reduce dal secondo posto a sorpresa nella libera di Kitzbuhel: “Io non mollo mai, oggi non avevo molta fiducia, ma ho cercato di fare la mia gara partendo subito deciso – ha detto il 38enne di Brunico – Ho sbagliato un paio di dossi, ma a volte basta poco per fare la differenza. Voglio complimentarmi con l’organizzazione per la preparazione della pista, era semplicemente perfetta”.

Sci verso i Mondiali, l'Italia sogna anche con gli uomini: Paris e non solo Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...