Virgilio Sport

Morto Maxim Dadashev: era in coma dopo le ferite sul ring

La tragica notizia è rimbalzata sui social: cordoglio e commozione per la scomparsa del 28enne

Pubblicato:

Morto Maxim Dadashev: era in coma dopo le ferite sul ring Fonte: Getty Images

La tragica notizia è stata confermata con un tweet, che ha annunciato la scomparsa di Maxim Dadashev, il pugile russo 28enne in coma dopo un tragico incontro. Un messaggio ripreso, nei contenuti, dalla Federazione, colleghi e amici che hanno espresso il loro dolore e hanno deciso di ricordarlo sui social. Emozioni molto intense, quelle raccolte in questi messaggi nei riguardi del giovane atleta e a breve distanza dall’altrettanto tragica morte di Pernell Whitacker. La Federazione russa, considerate le circostanze, si è incaricata di accertare le esatte condizioni che hanno, purtroppo, condotto alla morte di Maxim e ha espresso la propria solidarietà alla famiglia, colpita da questa immane tragedia.

Il pugile è spirato a causa delle ferite rimediate durante l’incontro di venerdì scorso con Subriel Matias, per i superleggeri Ibf a Oxon Hill, nel Maryland. Il combattimento era stato sospeso alla fine dell’undicesima ripresa per decisione dell’allenatore di Dadashev, Buddy McGirt.

Il suo pugile era stato poi ricoverato con un’emorragia cerebrale e sottoposto a un’intervento di urgenza all’ematoma subdurale, poi messo in coma farmacologico indotto, ma da allora non si è più ripreso. Fatale, secondo quanto risulta, una crisi cardiaca. Nato a San Pietroburgo, ma trasferitosi in California, sposato e padre di un bambino, Dadashev si era presentato all’incontro con Matias forte di 13 vittorie in altrettanti incontri.

VIRGILIO SPORT

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...