Virgilio Sport

Roland Garros, Nadal è già a Parigi: il piano di Rafa per tornare a ruggire nel suo Slam

Il campione spagnolo mette nel mirino il torneo parigino dello Slam, da cui manca da due anni: allenamenti e test per farsi trovare al top e prendere la propria decisione

Pubblicato:

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Rafa Nadal mette nel mirino il Roland Garros. Il campione spagnolo è arrivato a Parigi per mettersi alla prova e allenarsi, così da valutare al meglio il proprio stato di forma in vista del torneo dello Slam che per la prima volta non lo vedrà al sorteggio come testa di serie. Cresce l’attesa, ma la sensazione è che Rafa farà di tutto per esserci.

Nadal è sbarcato a Parigi

Rafa Nadal è già a Parigi e punta al Roland Garros. Lasciati alle spalle gli Internazionali di Roma, che lo hanno visto cedere ai trentaduesimo contro il polacco Hurkacz, il maiorchino è arrivato nella capitale francese con ampio anticipo per allenarsi e riprendere confidenza con la terra battuta che lo vede detenere il record di 14 trionfi, l’ultimo nel 2022.

Le prime di Rafa al Roland Garros

Questa edizione non sarà, però, come le altre per Nadal che il prossimo 3 giugno spegnerà 38 candeline e arriva da un lungo stop forzato. Sì, perché, per la prima volta, Rafa non sarà testa di serie e sarà chiamato a rincorrere. Una rincorsa che lo spagnolo ha deciso di avviare fin da subito, concedendosi una settimana di allenamenti. Anche questa una prima assoluta, ma necessaria.

Il primo Slam dopo oltre 500 giorni

L’obiettivo primario è esattamente tutto qui: scoprire se il fisico può reggere un torneo dello Slam che può portarti a giocare fino a sette match al meglio dei cinque set (che non affronta da circa un anno e mezzo). Il torneo, a cui punta anche Jannik Sinner, inizia il 26 maggio e chiude i battenti l’11 giugno. Il sorteggio è in programma giovedì 23 maggio, e saranno proprio questi tre-quattro giorni a fornire le risposte ai dubbi che attanagliano Rafa.

La sicurezza dello zio Toni

Una missione che Nadal potrà “compiere” direttamente sul centrale Chatrier dell’impianto parigino, riservatogli proprio in queste ore, dopo i tre giorni di allenamento della passata settimana con l’olandese Tallon Griekspoor. Sulla possibile partecipazione di Rafa al Roland Garros si è espresso anche il suo storico coach, lo zio Toni, che a Diarios de Bicicleta ha spiegato senza mezze misure: “Non andrà al Roland Garros per perdere al secondo turno, ci andrà solo se crede di avere possibilità di vincere“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...