Virgilio Sport

Pagelle di Napoli-Fiorentina 1-0: Osimhen distrugge e crea, lampi di Kvara, Lobotka è un gigante

Top e Flop della partita Napoli-Fioretina 1-1, valevole per la 34esima giornata della serie A 2022-2023: Osimhen sbaglia dal dischetto poi sempre dagli undici metri trova il gol vittoria

07-05-2023 20:04

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Festa e vittoria per il Napoli che fa fatica contro la Fiorentina, sbaglia un calcio di rigore ma poi trova sempre dagli undici metri il gol che regala un successo che al Maradona mancava da un po’. La festa continua dopo il successo contro la squadra di Italiano e verso un finale di stagione che si preannuncia sempre più bello.

Napoli-Fiorentina: il commento della gara

Il primo squillo è della Fiorentina con Jovic che trova bene il tempo al centro dell’area di rigore ma il suo colpo di testa finisce alto. La risposta del Napoli arriva immediata con la conclusione di Elmas ma anche in questo caso la mira è da rivedere. La Fiorentina spinge ed è pericolosa ed è ancora una volta Jovic a rendersi pericoloso con Gollini chiamato a un grande intervento. La scivolata di Ostigaard regala all’attaccante della Fiorentina un’altra occasione ma ancora una volta il portiere del Napoli riesce a metterci una pezza. Sono i viola a fare la partita con il Napoli che si fa vedere solo alla mezz’ora con tiro potente ma impreciso di Osimhen. Il Napoli si accende in un attimo e riesce a portare due tiri verso la porta avversaria prima con Raspadori e poi con capitan Di Lorenzo. La Fiorentina ci prova con Jovic, la risposta del Napoli è affidata a Osimhen.

L’occasione capita subito in apertura di secondo tempo: Amrabat stende Lobotka e calcio di rigore. Dal dischetto però Terracciano ipnotizza Osimhen e sulla ribattuta il portiere della Fiorentina respinge anche su Di Lorenzo. La replica dei ragazzi di Italiano è affidata al tiro da fuori di Amrabat. Il Napoli prova a prendere il controllo della partita ma negli ultimi 16 metri non riesce a trovare lo spiraglio giusto. Al 74’ ancora un calcio di rigore per il Napoli per un fallo ai danni di Kvaratskhelia. Ci va ancora una volta Osimhen e stavolta dagli undici metri non sbaglia. La replica della Fiorentina capita sui piedi di Nico Gonzalez che apre troppo il piatto e manda la palla fuori. La Fiorentina non ci sta a fare da comprimaria alla festa del Napoli con Kouame che spreca la clamorosa occasione del pareggio.

Rivivi tutte le emozioni di Napoli-Fiorentina minuto per minuto

Le pagelle del Napoli

  • Gollini 6: la prima tra i pali del Napoli al Maradona, sullo scudetto azzurro ora c’è anche la sua firma.
  • Di Lorenzo 6.5: per lui non cambia mai niente, gioca sempre titolare, sempre per 90 minuti e l’intensità non scende mai.
  • Ostigaard 6: nel primo tempo comincia con un po’ di imprecisioni e di insicurezze ma con il passare dei minuti sale di livello.
  • Kim Min-Jae 6.5: le voci di mercato non condizionano il generale coreano che gioca un’ennesima partita da leader della difesa.
  • Olivera 5.5: non sempre puntuale nè in fase di copertura né quando c’è da mettere il cross decisivo.
  • Anguissa 6: primo tempo al trotto, nel secondo alza i giri del motore e si prende il controllo della linea mediana.
  • Demme 5.5: il centrocampista tedesco proprio non riesce a ingranare in questo Napoli, ancora una prova impacciata e solo un tempo per lui. Dal 46′ Lobotka 7: non arriva al metro e settanta ma è un gigante.
  • Elmas 6.5: Spalletti butta in campo il suo jolly: primo tempo sulla fascia sinistra, poi si sposta a destra. Gioca una gara di grande intensità. Dall’84’ Zerbin sv
  • Lozano 5.5: sembra molto impacciato, avrebbe in più di un’occasione l’1 contro 1 per creare la superiorità numerica ma le spreca. Sul finire del primo tempo deve lasciare il campo per infortunio. Dal 45′ Kvaratskhelia 6.5: entra e regala sprazzi di gioia
  • Osimhen 6.5: i compagni lo cercano tanto per fargli trovare un gol per la classifica cannonieri. Lui è la solita furia, anche se sulla sua prestazione pesa quel rigore sbagliato. Dal 77’ Simeone 6: il solito contributo dalla panchina
  • Raspadori 6: fa fatica a trovare la posizione, non sempre riesce ad usare il fisico per far salire la squadra. Dal 46′ Zielinski 6: ingresso con grande intezione.
  • Spalletti (all.) 6.5: non smette mai di lavorare. Anche a campionato vinto spinge la squadra e nel primo tempo sembra anche particolarmente nervoso.

Le pagelle della Fiorentina

  • Terracciano 7: fa sempre buona guardia contro le iniziative avversarie e riesce anche ad ipnotizzare Osimhen dagli undici metri.
  • Dodo 6.5: ancora una splendida prova per il difensore viola che sula fascia destra è una vera e propria furia. Mette sempre in difficoltà sia Elmas che Olivera confermando di essere in uno straordinario momento di forma. Dal 46′ Venuti 5.5: il contributo offensivo non è dello stesso livello.
  • Milenkovic 6: prestazione di ottimo livello, tenere a bada Osimhen non è impresa semplice ma lui riesce a controllare il nigeriano.
  • Igor 6: Italiano spesso lo richiama per qualche imprecisione in fase di costruzione ma nella fase difensiva è sempre molto attento.
  • Terzic 6: sulla fascia è instancabile, sale e scende senza sentire la fatica anche se non sempre c’è la consueta lucidità.
  • Amrabat 6: gioca un primo tempo di grandissimo livello, bravo a interrompere e a far ripartire l’azione. Nella ripresa sembra pagare un po’ di stanchezza. Dal 75′ Kouame 6: subito pericoloso
  • Duncan 6: ottima prova nel primo tempo del centrale di centrocampo della Fiorentina che aggredisce altissimo i portatori di palla avversaria. Cala nella ripresa. Dal 66’ Castrovilli 5.5: non riesce a farsi vedere
  • Gonzalez 6.5: una spina nel fianco del Napoli, comincia in sordina ma sale di livello con il passare dei minuti. Spreca una palla gol nella ripresa.
  • Bonaventura 5.5: non riesce a trovare i suoi inserimenti tra le linee anche perché il Napoli fa tanta densità al centro. Dal 66’ Mandragora: buon ingresso in campo.
  • Sottil 5.5: prova opaca dell’attaccante viola che spesso finisce per andare ad infrangersi contro il muro eretto dai difensori del Napoli. Dal 75’ Saponara sv
  • Jovic 6: tante occasioni ma non riesce a mettere la sua impronta su una gara giocata comunque molto bene.
  • Italiano (all.) 6.5: la sua Fiorentina non si snatura mai, anche al Maradona prova a fare la partita prima di calare nella ripresa.

La pagella dell’arbitro

Matteo Marchetti: il primo tempo scorre via senza grandi difficoltà per il giovane arbitro. La gara è veloce ma non si segnalano situazioni complicate da gestire ed anche il comportamento delle due squadre lo aiuta. Giusta la decisione di concedere il calcio di rigore a favore del Napoli. Giusta la scelta anche in occasione del secondo calcio di rigore, il contatto è lieve ma c’è. Voto 6

Il nostro SuperTop

Stanislav Lobotka: l’eroe meno celebrato del Napoli di Spalletti è il centrocampista slovacco che nella ripresa entra e cambia completamente il volto al match. Gigante.

Il nostro SuperFlop

Diego Demme: il centrocampista tedesco sembra sempre di più un corpo estraneo a questo Napoli, non riesce mai a incidere sul match.

Il calendario del Napoli in questo finale di stagione

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...