,,
Virgilio Sport SPORT

Neto-Jordão, gaffe Lazio: sbaglia il club di provenienza

Nel bilancio della Lazio del 2019, Neto e Jordão risultano pagati allo Sporting Lisbona e non allo Sporting Braga: "Ingannati dai nomi simili".

Pedro Neto e Bruno Jordão. Quasi una coppia di fatto. Insieme al Braga, insieme alla Lazio, insieme al Wolverhampton. Poi i due si sono separati, perché se Neto sta facendo faville al Wolverhampton, Jordão in Premier League non ha avuto opportunità, tornando in patria per giocare col piccolo Famalicão.

Ora, rieccoli in coppia. Non sul campo, perché come detto i due giocano a chilometri e chilometri di distanza l’uno dall’altro, bensì protagonisti congiunti di un episodio che ha coinvolto la Lazio. La quale, nei propri bilanci, ha… sbagliato il nome del club da cui li ha acquistati. Non lo Sporting Braga, ma l’altro Sporting, quello di Lisbona. Un caso di omonimia.

Scorrendo il bilancio chiuso il 30 giugno del 2019, l’errore è evidente: due pagamenti per “Pedro” e “Cavaco”, che altri non sarebbero che Pedro Neto e Bruno Jordão, risultano effettuati nei confronti dello Sporting Lisbona e non dello Sporting Braga, ovvero il club da cui i due sono giunti in coppia nell’estate del 2017.

Nel caso di Pedro Neto, l’ammontare totale della somma apparentemente versata al destinatario sbagliato, e pagata nel luglio del 2018 e poi nel marzo del 2019, è di 11 milioni di euro. Ma secondo quanto dichiarato al ‘Guardian’ dal segretario generale biancoceleste, Armando Calveri, l’errore è solo formale:

“Vorrei chiarire che la Lazio ha acquistato entrambi i giocatori dallo Sporting Club Braga e non dallo Sporting Clube de Portugal (ovvero la formazione di Lisbona, ndr). Purtroppo c’è stato un errore da parte del nostro dipartimento finanziario, ingannato dai nomi simili dei due club. Lo Sporting Clube de Portugal non ha mai registrato i due giocatori. Sistemeremo i nostri bilanci specificando quanto avvenuto nei due casi”.

In sostanza, l’errore è unicamente relativo a quanto comunicato dalla Lazio: se nei bilanci del club biancoceleste compare erroneamente il nome dello Sporting, i pagamenti sono stati in realtà effettuati nei confronti del Braga, il club corretto.

Ma non finisce qui, perché nell’operazione Pedro Neto è presente un’altra discrepanza: la somma comunicata dalla Lazio per acquistare il portoghese è di 11 milioni di euro, quella annunciata dal Braga di 9 milioni e mezzo. Lo stesso Braga aveva spiegato in un primo momento che l’operazione avrebbe portato 12 milioni nelle proprie casse, con tanto di bonus che avrebbero fatto lievitare le entrate a 17 milioni.

“Come potete intuire – ha detto ancora Calveri al ‘Guardian’, che ha provato a fare chiarezza su quanto accaduto – tutte le informazioni finanziarie relative ai trasferimenti dei calciatori sono confidenziali e tutto ciò rende queste operazioni misteriose. Ma in questo caso l’immaginazione supera la realtà. La vostra ‘indagine’ è con ogni probabilità fuorviata dai diversi sistemi fiscali adottati dai due club. Tutte le somme sono dichiarate nel FIFA TMS (Transfer Matching System), il quale protegge la trasparenza nelle operazioni finanziarie tra club”.

Il ‘Guardian’ ha sentito anche il Braga, l’altro club coinvolto nella vicenda, secondo cui la discrepanza nelle cifre è “probabilmente relativa a un errore da parte della Lazio”. La quale, secondo i portoghesi, ha effettivamente versato 17 milioni complessivi per Pedro Neto, più 8 milioni e mezzo per Bruno Jordão.

OMNISPORT | 14-01-2021 14:17

Neto-Jordão, gaffe Lazio: sbaglia il club di provenienza Fonte: Getty

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...