Virgilio Sport

Pagelle Milan-Monza 3-0: Simic eroe all'esordio, Colpani spreca, Maignan come Batman

Top e flop della partita Milan-Monza 3-0, valevole per la 16a giornata di serie A: resiste la difesa del Milan con il rientrante Kjaer, delude Pessina

17-12-2023 14:38

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Nel nome di Silvio e con la benedizione di Ibra – alla sua prima gara da dirigente rossonero anche se ancora assente per febbre – il Milan liquida il Monza, nel cosiddetto derby di Berlusconi, e si riprende il +5 sul Napoli mantenendosi terzo in classifica. Dopo tante gare in affanno, vinte o perse, e superata la delusione per l’eliminazione dalla Champions League, il Milan viaggia in scioltezza e chiude i giochi praticamente già nel primo tempo. Gol lampo di Reijnders dopo soli 3 minuti passati e tre avversari saltati e raddoppio del baby Simic, figlio d’arte al debutto in A, che era appena entrato in campo. In mezzo almeno due prodezze di Di Gregorio, che si conferma portiere di classe eccelsa nonostante un’incertezza sul primo gol, e una traversa di Pulisic.

Nella ripresa il Monza prova a riaprire la gara, chiude gli avversari nella propria tre quarti, non segna solo grazie a un super Maignan e viene beffato ancora da Okafor su assist di Giroud. Finisce 3-0, punteggio troppo severo per i brianzoli ma che serve parecchio all’autostima del Milan. La nota stonata gli ennesimi due infortuni che vanno ad aggiungersi ad una lista lunghissima e sempre più preoccupante: Simic infatti era entrato al posto di Pobega (che a sua volta era stato inserito dal 1’ per problemi fisici di Musah e che Pioli aveva schierato in difesa avanzando Theo), costretto ad uscire dopo soli 24’ mentre Okafor ha giocato solo 13’ nella ripresa. Il tempo di segnare il primo gol a San Siro e di uscire per un dolore muscolare. Un problema enorme per Pioli e il suo staff, cui non si riesce a trovare una soluzione.

Milan-Monza, la chiave tattica della partita

Parte da subito forte il Milan con il 4-3-3 ma dura poco questo sistema di gioco. Dall’infortunio di Pobega al 23′, Pioli schiera il 3-4-3 portando Florenzi e Theo Hernandez come laterali di centrocampo e si affida dietro a Pobega e poi al neo entrato Simic – schierato come centrale difensivo destro- con Kjaer e Tomori. Gli uomini di Palladino, schierati con il 3-4-2-1, non si scoraggiano dopo il gol subito ad inizio partita e propongono una fitta rete di passaggi, evitando di calciare lungo in avanti.

Anche in fase di uscita dal basso il Monza ottiene buoni risultati anche grazie al pressing pressoché inesistente del Milan sui portatori di palla. I rossoneri in fase di non possesso schierano il 5-3-2 per arginare gli attaccanti avversari con Florenzi al fianco destro di Simic e Theo Hernandez a supporto sulla sinistra. Pioli per provare ad alzare il baricentro della sua squadra – che resta prevalentemente nella propria metà campo – chiede di lanciare lungo in avanti verso gli attaccanti Leao e Giroud per cogliere impreparata la difesa avversaria e guadagnare metri.

Nella seconda frazione di gioco Palladino sostituisce Colombo e Kyraikopoulos per inserire Maric e Ciurria e rendere la sua squadra ancora più offensiva. Deludono gli attaccanti del Monza, che non superano Maignan, e il Milan dilaga nel finale della seconda frazione ritrovando gioco, integrità e contropiede perfetti.

Clicca qui per rivivere tutti i momenti salienti di Milan-Monza

Milan, cosa ha funzionato

Gara perfetta sul piano del risultato, sa soffrire nel primo tempo e nella parte finale della gara dilaga quando il Monza depone le armi.

Milan, cosa non ha funzionato

Soffre il Monza che resta ottimamente propositivo a centrocampo e in avanti – durante il primo tempo – nonostante il risultato e il gol subito ad inizio partita. Gli infortuni restano il tasto dolente di Pioli: prima Pobega, poi Okafor e Leao ancora non al meglio della condizione.

Le pagelle del Milan

  • Maignan 7. Accusa dei fastidi durante la prima frazione di gioco ma resta in campo e quando può lancia lungo verso gli attaccanti avversari. Nega una rete quasi certa a Colpani al 60′ allungandosi come un felino e riuscendo a fare una grande parata di lettura.
  • Florenzi 6. Nel primo tempo è costretto a sacrificarsi di più in fase di non possesso nel fare il quinto di difesa sulla destra. Nel secondo tempo spinge maggiormente sulla destra.
  • Kjaer 6.5. Al 5′ chiude su Colombo – che stava per sfruttare una palla gol dall’altezza del dischetto – ed evita un gol quasi certo. Bartesaghi (6 dal 66′). Entra al posto di Kjaer ma va largo e gioca da centrale sinistro.
  • Tomori 6.5. E’ l’unico della difesa a non uscire per tutta la partita: gioca una gara pulita tra recuperi palla e duelli vinti.
  • Theo Hernandez 6.5. Si mangia un gol al 7′ quando sotto rete non riesce a dare la giusta potenza al tiro. Resta veloce e propositivo nel secondo tempo.
  • Loftus-Cheek 5.5. Non brilla a centrocampo nelle letture in fase difensiva. Scarso negli uno contro uno. Bennancer (6 dal 66′).
  • Reijenders 7.5 Parte da centrocampo e con un destro-sinistro nello stretto supera centralmente tutti gli avversari in dribbling, arriva a calciare sotto porta e va in gol sorprendendo tutto il Monza dopo 3 minuti di gioco.
  • Pobega sv. Dura 23 minuti la sua partita: out per infortunio a causa di un problema muscolare. Simic (7 dal 23′). Il classe 2005 serbo del settore giovanile prende il posto di Pobega, gioca nei tre di difesa ma nonostante ciò segna il suo primo gol all’esordio in Serie A con un inserimento in area e realizzazione sotto rete da vero attaccante.
  • Pulisic 6.5. Al 44′ coglie la traversa con un tiro a giro da posizione defilata. Conclusione sublime.
  • Giroud 6.5. Dopo due minuti di gioco va già vicino al gol di testa: è la sua occasione a scatenare da subito il Milan. Assist perfetto per Okafor al 76′.
  • Leao 6,5. Il suo assist per Simic diventa devastante: dalla destra fa partire una palla bassa-tesa che attraversa l’area, taglia tutta la linea difensiva avversaria e pesca il proprio compagno sotto rete. Okafor (7 dal 66′). Entra, segna un gran gol al 76′ ed esce per infortunio: dura poco la gioia della rete con un tiro teso, potente e angolato sul secondo palo; esce dal campo all’ 81′ per fastidio muscolare. Chukwueze (sv dall’ 81′).

I top e flop del Monza

  • Di Gregorio 6.5 Al 7′ salva su un tiro di Theo Hernandez di sinistro angolato dall’interno dell’area di rigore ed evita il gol del 2-0 del Milan. Su Florenzi al 39′ compie una parata pazzesca allungandosi su un tiro potente, rasoterra e angolato sul secondo palo.
  • Dani Mota 6. Ha vinto più sfide (6) durante tutta la partita. In avanti è il migliore ma non riesce a ribaltare una gara sfortunata e compromessa.
  • Colpani 5.5. In ombra durante il match, al 60′ piazza una palla angolata ma non potente e Maignan intercetta evitando il gol. Fuori al 63′, al suo posto Valentin Carboni.
  • Pessina 5.5. Subisce il maggior numero di falli durante tutta la partita (2). Non si fa trovare al centro del gioco ma segue i movimenti degli altri centrocampisti.

Milan-Monza: il tabellino del match

MILAN (4-3-3): Maignan; Florenzi, Kjaer (65′ Bartesaghi), Tomori, Theo Hernandez; Loftus-Cheek (65′ Bennacer), Reijnders, Pobega (23′ Simic) ; Pulisic, Giroud, Leao (65′ Okafor). A disp. Nava, Mirante, Adli, Jovic, Romero, Chukwueze (80′ al posto di Okafor), Krunic, Jimenez, Nsiala. All. Pioli.

MONZA (3-4-1-2): Di Gregorio; D’Ambrosio, Caldirola, A. Carboni (80′ Izzo); Pedro Pereira, Pessina (62’Akpa Akpro) , Gagliardini, Kyriakopoulos (63’Maric); Colpani (62′ Carboni) , Mota Carvalho; Colombo (53′ Ciurria). A disp. Sorrentino, Gori, Donati, Machin, Bettella, Birindelli, Carboni, Maric, Bondo, Cittadini, Vignato. All. Palladino.

Reti: 3′ Reijnders; 41′ Simic; 76′ Okafor

Arbitro: Aureliano di Bologna

Note. Ammoniti: 33′ Reijnders (Milan); 54′ Carboni (Monza); Gagliardini 93′ (Monza)

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali del Milan

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Udinese - Salernitana
Monza - Roma
Torino - Fiorentina
SERIE B:
Brescia - Palermo
Sudtirol - Lecco
Ternana - Parma

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...