Virgilio Sport

Pechino 2022: l'Italia chiude a 17 medaglie, il voto di Malagò

Il presidente del Coni si complimenta con la spedizione azzurra: "Spedizione da sette e mezzo, siamo stati bravi". Italia fuori ai quarti nel team event, ultimo atto sci alpino.

20-02-2022 08:22

La spedizione azzurra a Pechino 2022 si conclude con 17 medaglie complessive. Nel team event, ultimo atto dello sci alpino, l’Italia si ferma ai quarti fi finale. Giovanni Malagò soddisfatto dei risultati conquistati.

Pechino 2022, Italia fuori ai quarti nel team event

Nell’ultima occasione per incrementare il bottino dello sci azzurro, l’Italia si ferma ai quarti di finale. La formazione azzurra, composta da Marta Bassino, Federica Brignone, Luca De Aliprandini e Alex Vinatzer, è stata fermata, dopo aver eliminato la ROC negli ottavi, dagli Stati Uniti (3-1 il finale). La gara ha visto la vittoria dell’Austria che, nella finale per l’oro, si è imposta sulla Germania (2-2 ma tempi migliori per gli austriaci). Al terzo posto, invece, la Norvegia che ha battuto gli Stati Uniti di Mikaela Shiffrin, rimasta quindi senza medaglie a Pechino 2022.

Pechino 2022, la soddisfazione di Malagò

Il bottino azzurro si conclude con 17 medaglie (due d’oro, sette d’argento e otto di bronzo). Di fatto, un risultato eccezionale se si pensa che solo a Lillehammer 1994 l’Italia aveva conquistato più medaglie (20 per la precisione). Giovanni Malagò, presidente del Coni, è soddisfatto di quanto è riuscita a fare la spedizione azzurra a Pechino 2022: “Il voto, secondo me, è un sette e mezzo: siamo stati bravi. La preparazione olimpica, la comunicazione, tutta la parte di Casa Italia, gli atleti”. Sulle poche medaglie d’oro finite in bacheca, il numero uno dello sport italiano è lapidario: “In queste recenti edizioni si può dire che gli italiani sono molto più bravi a vincere medaglie che non a vincere l’oro”.

Da Pechino 2022 a Milano-Cortina 2026

Ora il passaggio di testimone. L’Italia sta per salutare Pechino 2022 per focalizzarsi per il prossimo appuntamento olimpico, ovvero Milano-Cortina 2026: “Abbiamo richiesto secondo me non legittimamente ma doverosamente un contributo straordinario proprio per pianificare questi quattro anni al meglio. A parole sono mesi che ogni settimana è buona per sbloccare la situazione, ma siamo già in ritardo e fuori tempo massimo“, prosegue lo stesso Giovanni Malagò. Chiaramente, prima sarà necessario risolvere alcune problematiche interne, come quella legata allo short-track: “Bisogna fare degli incontri in cui districare la matassa e trovare la soluzione, nell’interesse di tutti e del Paese”, la chiosa del numero uno dello sport italiano.

 

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...