Virgilio Sport

Roma-Salisburgo, le pagelle 2-0: Spinazzola in formato Europeo, Dybala è una Joya

La Roma non sbaglia in Europa: trascinata da Spinazzola e Dybala supera in casa il Salisburgo e conquista la qualificazione agli ottavi di finale Europa League

23-02-2023 22:54

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Roma non sbaglia. Doveva essere una battaglia e i giallorossi non solo la vincono ma la dominano. La squadra di José Mourinho ribalta il risultato dell’andata e conquista la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League buttando fuori il Salisburgo. Una gara affrontata dalla Roma con una determinazione che avrebbe fatto tremare chiunque, decisa dalle giocate di un ritrovato Spinazzola ma ancora una volta anche grazie al talento di Paulo Dybala.

Roma-Salisburgo: il commento della partita

La prima grande occasione della gara porta la firma di Paulo Dybala che dopo 9 minuti di gioco centra la traversa con un colpo di testa su azione di calcio d’angolo. La Roma continua a spingere mettendo alle corde il Salisburgo che si deve rifugiare nella propria area di rigore e fa fatica ad uscire. Ci sono solo i giallorossi che si rendono pericolosi ancora una volta con una conclusione dell’argentino. Ci prova anche Pellegrini con una conclusione che trova le mani di Kohn. Il gol è nell’aria e arriva al minuto 33 sulla discesa di Spinazzola, il suo cross viene deviato ed arriva la deviazione vincente di Belotti, nonostante le proteste degli austriaci che reclamano per un fallo di mano. Al 40’ arriva anche il raddoppio: ancora una volta discesa perfetta di Spinazzola che si beve Solet in velocità e cross per Dybala che di sinistro al volo è perfetto.

Nel secondo tempo il Salisburgo prova a essere più intraprendente ma le occasioni sono sempre della Roma, come la conclusione di Belotti che il portiere degli austriaci respinge con la faccia. Gli austriaci fanno troppo poco per risultare pericolosi con Okafor che nella migliore occasione calcia debolmente. Nell’ultimo quarto d’ora il Salisburgo prova con maggiore insistenza ma fa fatica a rendersi pericoloso davvero dalle parti di Rui Patricio.

Roma-Salisburgo: le pagelle dei giallorossi

  • Rui Patricio 6: non è una serata particolarmente complicata, ma dopo un primo tempo da spettatore nella ripresa tira fuori un paio di ottimi interventi.
  • Smalling 6.5: prova sontuosa del difensore inglese, gli attaccanti del Salisburgo vanno a sbattere contro di lui e vengono rimbalzati.
  • Mancini 6: ingaggia sin dalle prime battute una vera e propria battaglia con Okafor, vola anche qualche piccolo colpo proibito.
  • Ibañez 6.5: gioca una partita di grande sicurezza e solidità, viene condizionato dal cartellino giallo rimediato nel primo tempo.
  • Spinazzola 7: sente aria di Europa e forse ancora di più aria di Europeo, l’esterno sinistro della Roma tornato quello devastante di un paio di anni fa. Decide il match con due grandi giocate.
  • Cristante 6.5: l’uomo di fiducia di Mourinho non sbaglia neanche in questa occasione, tutta la squadra va all’arrembaggio in cerca dei gol qualificazione e lui tiene tutto in equilibrio.
  • Matic 6.5: mette in campo tutta la sua esperienza, smista il gioco e si fa sempre trovare nella posizione giusta sia in costruzione che in ripiegamento.
  • Zalewski 6: spinge forte sulla fascia anche se a volte sbaglia i tempi della sovrapposizione. Dall’81’ Karsdorp sv: pace fatta con Mou?
  • Pellegrini 6: non è nelle migliori condizioni dal punto di vista fisico ma nel primo tempo un paio di tocchi sono veramente di altissimo livello. Dall’81’ Wijnaldum sv
  • Dybala 7: ennesima prova monumentale per la Joya che sembra essersi completamente ritrovato con la maglia giallorossa. Al 93′ El Shaarawy sv
  • Belotti 6.5: era la sua grande occasione viste le condizioni di Abraham e la sfrutta alla grande giocando una partita a tutto campo: corre, lotta e trova la zampata del vantaggio. Dall’88’ Abraham sv
  • Mourinho (all.) 6.5: mai scommettere contro lo Special One quando si giocano le Coppe europee, anche contro il Salisburgo prepara la partita alla perfezione.

Rivivi Roma-Salisburgo nella cronaca minuto per minuto

Roma-Salisburgo: le pagelle degli austriaci

  • Kohn 6.5: è il più incolpevole dei suoi, un paio di buoni interventi ma poi si deve arrendere anche lui all’onda giallorossa. Nel secondo tempo pare una fortissima conclusione di Cristante con la faccia.
  • Dedic 5: giovane di belle speranze ma anche con scelte non sempre perfette, prova a spingere sulla fascia ma commettendo molti errori e lasciando delle praterie alle sue spalle. Dal 74’ Van Der Brempt sv
  • Solet 6: non è una gara semplice, gli esterni non aiutano, la squadra si abbassa troppo e spesso è costretto a delle mettere delle pezze enormi.
  • Bernard 5.5: decisamente più in affanno rispetto al compagno di reparto Solet. Dalle sue parti la Roma sembra sempre più pericolosa.
  • Ulmer 5: semplicemente non pervenuto l’esterno a sinistra, anche se fa molti meno danni rispetto al compagno sull’altro lato del campo.
  • Capaldo 5.5: all’andata aveva deciso il match con un gol anche un po’ fortunato, all’Olimpico si ritrova in mezzo alla fueria dei centrocampisti giallorossi. Dall’84’ Koita sv
  • Gourna-Douath 5: dovrebbe essere l’uomo d’ordine del Salisburgo, ma tra gli austriaci di ordine e di lucidità ce n’è davvero poco ed anche per colpa sua.
  • Seiwald 6: uno dei più positivi tra il Salisburgo, prova a reggere l’onda d’urto dei padroni di casa e spesso riesce a risolvere situazioni spinose. Dal 75’ Gloukh sv
  • Kjaergaard 5.5: dovrebbe fare da raccordo tra centrocampo e attacco ma sembra sempre molto lento a ripartire e sbaglia tocchi importanti. Dal 46’ Sucic 6: porta maggiore dinamismo alla manovra offensiva degli austriaci
  • Adamu 5: cancellato dalla difesa della Roma, prova a farsi vedere su tutto il fronte d’attacco ma di palloni giocabili ne vede davvero pochissimi. Dal 74’ Sesko 6: porta un po’ di scompiglio nella difesa della Roma.
  • Okafor 5: sul suo conto si dice un gran bene e forse la gara dell’Olimpico non è la gara della verità ma dal doppio confronto con la Roma esce parecchio ridimensionato.
  • Jaissle (all.) 5: buone idee di gioco che però restano soltanto sulla carta, viene letteralmente cancellato da quel Re di Coppe di José Mourinho.

Roma-Salisburgo: la pagella dell’arbitro

Slavko Vinci: non è una gara semplice, anche perché Mourinho gli manca una marcatura ad uomo. Gara molto nervosa e di grande combattività, per nulla semplice. Non sbaglia in occasione del gol di Belotti, assolutamente regolare. Voto 6.

Roma, i prossimi impegni della formazione giallorossa

Archiviati i sedicesimi di finale di Europa League, la Roma si lancia in campionato. La formazione giallorossa va a caccia di una qualificazione alla Champions League che manca da troppo tempo. Martedì la Roma torna in campo nel posticipo contro la Cremonese provando a dimenticare la sconfitta in Coppa Italia. Poi grande attenzione al match casalingo contro la Juventus in programma il prossimo 5 marzo all’Olimpico.

Tutti i prossimi impegni della Roma

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Torino - Lazio

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...