,,
Virgilio Sport SPORT

Ronaldo e Morata stendono il Napoli, Supercoppa alla Juventus

I bianconeri si rialzano dopo il ko contro l'Inter e conquistano il primo trofeo della stagione. Rigore sbagliato da Insigne.

La Juventus ha conquistato la Supercoppa Italiana, primo trofeo della stagione: al Mapei Stadium i bianconeri hanno superato per 2-0 il Napoli grazie alle reti nel secondo tempo di Cristiano Ronaldo e Alvaro Morata.

Andrea Pirlo chiedeva una reazione d’orgoglio dopo il brutto ko con l’Inter, e reazione è stata per la Vecchia Signora, che dopo un primo tempo sotto tono ha preso in mano la partita e ha trovato il gol della vittoria con CR7 e il raddoppio con Morata allo scadere. Ma non mancano i rimpianti per i partenopei: nel finale di partita Insigne ha sbagliato malamente il rigore del pareggio, poi Szczesny ha compiuto una gran parata su Lozano.

LA GARA

Primo tempo molto tattico , le due squadre sono abbottonate e le occasioni latitano. La Juventus esercita un maggior possesso palla, ma è piuttosto sterile in fase offensiva. L’unica vera occasione del primo tempo è di marca azzurra: al 29′ passaggio filtrante di Insigne per Demme, cross per Lozano che anticipa i difensori bianconeri ma colpisce il corpo di Szczesny da pochi metri.

Nella ripresa subito dentro Bernardeschi per Chiesa, fermato da un problema alla caviglia. L’ex viola è subito pericoloso al 47′, quando sfiorando un traversone di McKennie impegna severamente Ospina. La Juve sembra decisamente più convinta, mentre la squadra di Gattuso va in affanno e viene chiusa nella propria metà campo. Al 63′ Manolas con un intervento disperato rischia l’autorete.

La squadra di Pirlo sfrutta il momento di sbandamento dei campani e al 64′ passa: sugli sviluppi di un corner, Bakayoko devia il cross involontariamente verso Ronaldo, CR7 ringrazia e con una girata da rapinatore d’area porta avanti la Vecchia Signora.

Il Napoli continua a stentare, Gattuso opta per due cambi: prima Elmas per Bakatoko, poi Mertens per Petagna. Al 79′ l’episodio che può dare la svolta alla gara: McKennie nel tentativo di rinviare colpisce Mertes e causa un rigore per gli azzurri. Fatale però l’errore di Insigne, che dagli undici metri spedisce a lato, sprecando un’occasione d’oro.

Gattuso nel finale si gioca le ultime cartucce, inserendo anche Llorente e Politano, mentre Pirlo dà spazio a Rabiot e Morata per Kulusevski e Bentancur. La difesa della Juve soffre il forcing finale degli avversari, Szczesny al 93′ compie un miracolo con i piedi, poi Morata in contropiede raddoppia e Pirlo conquista così il suo primo trofeo da allenatore.

OMNISPORT | 20-01-2021 23:01

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...