Virgilio Sport

Scommesse, per il sito di Corona Fagioli è un bugiardo e tornerà nel tunnel del gioco

Il centrocampista della Juve si definisce vicino alla guarigione. Non ci crede il re del gossip, principale accusatore nella vicenda delle sccommesse

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Calcio e ludopatia: un tema diventato ricorrente nei mesi scorsi e che ha coinvolto, tra gli altri, anche il centrocampista della Juventus Nicolò Fagioli. Quest’ultimo è stato squalificato per 12 mesi, di cui 5 commutati in prescrizioni alternative. In questo momento il 23enne piacentino è in cura e a quanto racconta ne starebbe venendo gradualmente fuori. Di ben altro avviso è invece Fabrizio Corona che etichetta il calciatore come un bugiardo prefigurando per lui un futuro altrettanto problematico.

Il racconto di Fagioli e un problema quasi superato

Cominciamo col raccontare ciò che aveva detto Fagioli agli studenti di Condove, in Piemonte, nel secondo incontro pubblico dei dieci ai quali dovrà sottoporsi per azzerare la parte di misure alternative alla squalifica. Il centrocampista della Juventus aveva parlato di miglioramenti sensibili: “Non dico ancora di esserne già uscito, sicuramente è stato un periodo molto difficile e il percorso non si conclude in cinque mesi. Ma sicuramente sto facendo in modo di uscirne definitivamente. Cosa mi spingeva verso il gioco? Il principale motivo credo sia stato la noia“.

Corona e la differenza tra Fagioli e Tonali

Queste parole hanno spinto Fabrizio Corona ad una serie di considerazioni, quasi da psicanalista, in merito alla situazione del centrocampista bianconero. In un articolo sul suo sito di riferimento, Dillingernews, si legge che il termine “noia” non è accettabile per un calciatore o per un atleta di quel livello in generale, che tendenzialmente dovrebbe essere sempre concentrato sulla professione e sui tanti impegni da affrontare. Da ciò ne ha evinto che Fagioli sta semplicemente assolvendo al compito impostogli dalla Giustizia Sportiva senza alcuna convinzione di fondo.

Da queste parole capiamo che la sua malattia non è guarita e che la società, insieme alle persone attorno a lui, non stanno facendo nulla per farlo guarire. Evidentemente, a differenza di Tonali, è una persona senza valori e senza sostanza che, sicuramente, come i tossicodipendenti, tornerà alla vita di prima. La differenza tra lui e Tonali è anche nelle risposte date dopo l’inchiesta, in cui lui addirittura si lamentava del fatto che venisse indagato, mentre Tonali, zitto e in silenzio si è preso le sue colpe” sentenzia Corona attraverso il suo sito dillingernews.it.

Il calcioscommesse non è un tema esaurito

Dopo una premessa, nella quale si giustifica dietro l’ironia e il paradosso, Corona augura a Fagioli una reale guarigione dalla presunta malattia. Ma il calcioscommesse, per l’imprenditore siciliano non si è affatto concluso negli scorsi mesi – con i soli nomi già emersi nella triste vicenda che ha coinvolto il mondo del pallone. Anzi, l’ex re dei paparazzi ha promesso di tornare ancora una volta sull’argomento per andare contro ai poteri forti che invece lo hanno prematuramente mandato in archivio.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lecce - Empoli
SERIE B:
Cremonese - Ternana
Como - Bari
Sampdoria - Sudtirol
Cittadella - Ascoli
Lecco - Reggiana
Parma - Spezia
Cosenza - Palermo

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...