Virgilio Sport

Stefano Tacconi, il figlio Andrea rompe il silenzio sulle condizioni

Il figlio Andrea ha scritto un nuovo post nelle storie di Instagram per aggiornare sulla salute del papà, l'ex portiere di Juve e Nazionale Stefano Tacconi

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Dopo l’emorragia cerebrale, causata dalla rottura di un aneurisma come confermato da un comunicato stampa dell’ospedale di Alessandria dove è ricoverato dal 23 aprile scorso, Stefano Tacconi continua a lottare.

Come ha riferito suo figlio Andrea, si trova in coma farmacologico: è consapevole, egli stesso, che questi giorni saranno decisivi per comprendere la reale portata e le conseguenze di questo grave malore che ha colpito l’ex portiere della Juventus e della Nazionale. Un uomo sopra le righe, un personaggio che non ha mai avuto il timore di esporsi in ogni modo lo ritenesse opportuno.

Stefano Tacconi: aggiornamento sulle sue condizioni

“Giorno dopo giorno ci sono piccoli miglioramenti anche se i medici hanno detto che questi sono i giorni più delicati. Continuiamo ad essere uniti, per lui”, ha scritto nelle stories di Instagram Andrea stamani, 26 aprile.

Un aggiornamento succinto e forse addirittura essenziale rispetto ai contenuti della nota con il quadro delineato da Andrea Barbanera, il medico che sta seguendo Tacconi, e dell’intervista rilasciata al Corriere della sera, in cui ha fatto il punto sulle condizioni in cui versa suo padre, 64 anni.

Andrea Tacconi ha tenuto, nei diversi interventi televisivi a Rai Sport ospite di Calcio Totale, ad adottare un cauto ottimismo nel descrivere lo stato di salute in cui versa suo padre. “Muove gli occhi e un po’ gli arti”, aveva spiegato ilfiglio maggiore dell’ex portiere.

L’aneurisma e il coma farmacologico

Si sta riprendendo da un intervento chirurgico che lo ha aiutato a superare quell’emorragia cerebrale, ora è tempo di attese che stanno franando sulla famiglia di Tacconi, sui suoi quattro figli che segue e adora come ha ribadito Andrea, il quale lavora con suo padre dopo aver abbandonato il mondo del calcio.

Che cosa fa oggi Stefano Tacconi

Padre e figlio hanno una cantina vinicola e collaborano con chi produce Nebbiolo, Barbera e Arneis, vini di estrema qualità prodotti in quella zona e che mettono sotto la loro etichetta, Junic.

La Juve per l’ex portiere: un vero tifoso

L’affetto che i tifosi hanno dimostrato nei suoi confronti è intatto e, dalla notizia del suo ricovero del 23 aprile scorso, hanno voluto inviare messaggi di incoraggiamento e sostegno per Stefano Tacconi che, con il pallone, ha avuto un rapporto complicato nel poi che, nel suo caso, ha significato anche l’incontro con la politica e la carriera da imprenditore vinicolo.

“Segue la Juve, è un tifoso accanito ma si è allontanato da quell’ambiente. Lui è una persona molto schietta, sincera e diretta e in certi contesti questo non va bene. Sostiene che i soldi, nel calcio, hanno rovinato tutto. Si sono persi certi valori, non ci sono più i campioni veri”, ha detto al Corsera per spiegare il suo allontanamento dal mondo del pallone.

Un addio che non è mai stato definito, ma che sarebbe stato dettato dalla sua stessa volontà di non adeguarsi a certi meccanismi in un calcio che non ha più nulla di quello di Tacconi, Platini o Maradona.

Stefano Tacconi, il figlio Andrea rompe il silenzio sulle condizioni Fonte: Getty images

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...