Virgilio Sport

Superbike, Bautista nella bufera: le accuse di sessismo di Ana Carrasco

Spiacevole botta e risposta tra il campione del mondo Superbike e la pilota spagnola dopo la caduta di Bautista durante i test di Jerez

27-01-2023 14:30

La stagione del motorsport è ormai alle porte. Anzi, è già iniziata con il vernissage del mondiale rally e con il primo weekend della nona edizione del Mondiale di Formula E, ma va da sé che l’attesa degli appassionati è già focalizzata al via del MotoMondiale e della Formula 1.

Test Superbike a Jerez, scintille tra Bautista e Carrasco

Servirà però ancora un altro po’ di attesa, se è vero che i motori delle quattro ruote inizieranno a rombare il 5 marzo in Bahrain, preceduti da una tre giorni di test ufficiali per tutte le scuderie sempre sul circuito di Sakhir tra il 23 e il 25 febbraio, mentre per il via del Mondiale MotoGP bisognerà attendere addirittura il 26 marzo in Portogallo. A colmare l’attesa penserà però la Superbike, la cui stagione scatterà ufficialmente già il 26 febbraio sul circuito di Phillip Island.

Il Mondiale numero 36 per le moto derivate sta quindi per prendere il via, ma è stato preceduto da uno sgradevole aperitivo all’insegna di un botta e risposta tutto spagnolo tra il campione del mondo in carica Alvaro Bautista e Ana Carrasco a margine della due giorni di test svoltasi a Jerez de la Frontera.

Superbike, Carrasco stronca Bautista: “Mi attacchi perché sono una donna”

Nodo del contendere e di una discussione a distanza poi finita a male parole via social è stata la scivolata di cui è stato vittima il pilota della Ducati nella giornata di mercoledì 25 gennaio. L’ex pilota della Honda MotoGP non ha subito gravi conseguenze ma, intervistato a fine giornata da SpeedWeek, non ha esitato a puntare il dito contro la collega, che era a propria volta in pista per testare la Moto3 del team BOÉ SKX con il quale Ana correrà il Mondiale insieme al giovanissimo David Muñoz, anch’egli impegnato nei test di Jerez.

Bautista non si è però limitato a criticare l’eventuale manovra sbagliata di Carrasco, stroncandone la presenza in pista: “Avevo Ana Carrasco davanti a me di circa mezzo rettilineo, ma in staccata mi sono avvicinato troppo velocemente a lei. Ho dovuto raddrizzare la moto, sono arrivato sullo sporco esterno della curva e la ruota anteriore è scivolata via. Ana dovrebbe guidare con i dilettanti, al momento è troppo lenta per guidare con i ragazzi della Superbike e della Supersport. Non è molto sicuro”.

Non proprio la più leggera e cavalleresca delle critiche, ma del resto se da un lato è giusto essere sinceri, ancora di più quando si parla di sicurezza nel motorsport, è comprensibile che le parole di Bautista siano state accolte negativamente da Carrasco, che non ha esitato via social ad accusare il connazionale di sessismo: “Dici dilettante perché sono una donna? Campione del mondo, ho visto la tua tabella sul rettilineo e sapevo che stavi arrivando. Mi sono girata per vedere quando saresti passato e ti ho visto cadere. Quindi non ti inventare cose”.

Superbike 2023, Bautista vuole difendere il titolo. Per Ana Carrasco sfida in Moto3

Nella speranza di un chiarimento imminente tra i due che spenga la tensione, giova ricordare che come nel 2022 Ana Carrasco sarà l’unica donna al via del Mondiale 2023 della classe Moto3. La spagnola, campionessa del mondo 2018 nella Supersport 300 con la Kawasaki, cercherà di fare meglio rispetto all’incolore Mondiale 2022, che l’ha vista portare a termine tutte le gare a parte il GP d’Argentina, senza però mai neppure andare vicino alla zona punti, con un 19° posto come miglior piazzamento, in Indonesia e in Giappone. Ben diversi gli obiettivi di Bautista, che nel 2023 punterà a bissare il titolo mondiale Superbike vinto lo scorso anno con la Ducati.

A Borgo Panigale l’iride delle derivate mancava dal 2011, anno del trionfo di Carlos Checa, ma quella che inizierà tra un mese in Austalia si prospetta una stagione equilibrata e ad alto contenuto spettacolare, come anticipato dall’esito della due giorni di test a Jerez, che hanno visto terminare ai primi due posti i grandi sconfitti del 2022, il campione uscente Toprak Razgatlioglu con la sua Yamaha e Jonathan Rea con la Kawasaki.

Superbike, Bautista nella bufera: le accuse di sessismo di Ana Carrasco Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...