Virgilio Sport

Supercoppa, Milan-Inter, la moviola: Focus sul primo gol nerazzurro

La prova dell'arbitro Maresca visionata ai raggi X da Graziano Cesari, buon debutto del fuorigioco semi-automatico

19-01-2023 09:14

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

La designazione, quasi obbligata, di Fabio Maresca per la Supercoppa tra Milan e Inter era stata accolta con qualche perplessità inizialmente. Il fischietto napoletano aveva avuto scontri sia con Antonio Conte quand’era il tecnico nerazzurro (si ricorderà la frase-mantra pronunciata da Conte a Udine: “sempre tu Maresca, sei sempre tu” dopo essere stato espulso) sia con Ibrahimovic espulso per proteste mai pronunciate.

Supercoppa, i precedenti di Maresca con Inter e Milan

Prima della gara di ieri erano 11 i precedenti di Fabio Maresca con l’Inter, con un bilancio a favore dei nerazzurri di 7 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. L’arbitro napoletano poi aveva diretto 12 volte il Milan in carriera per un bilancio equilibrato composto da 6 successi rossoneri, 4 pareggi e 2 sconfitte. Con i rossoneri in campo l’arbitro partenopeo aveva inoltre concesso 4 rigori ed estratto 3 volte il cartellino rosso.

Supercoppa, Maresca aiutato dal fuorigioco semi-automatico

La direzione di Maresca è stata promossa da tutti. Pochi i casi dubbi in partita, praticamente un solo episodio da moviola. Ovvero il primo gol dell’Inter. E’ il 10′ Dzeko imbuca per Barella, che la mette in mezzo per il gol di Dimarco. I dubbi sull’eventuale fuorigioco di Barella vengono fugati dal nuovissimo fuorigioco semiautomatico: gol regolare.

Supercoppa, regolare il gol di Dimarco

Maresca aveva convalidato il gol prima del check e la sua si era rivelata la scelta giusta. Subito dopo l’ok via auricolare ha preso il pallone e l’ha consegnato – come accadrà anche per i palloni dei gol successivi – perché venisse conservato ed autentificato per essere messo all’asta. Una procedura che, se dovesse essere applicata sempre, comporterebbe un aumento esponenziale del recupero.

Supercoppa, Cesari promuove Maresca

Prima della gara Graziano Cesari aveva commentato così la scelta di Maresca per la Supercoppa: “Rocchi ha deciso di mandare un arbitro giovane, si cresce nelle grandi finali sperando che non succedano errori e non ci siano polemiche. È un arbitro che parla molto con gli allenatori, tecnicamente nulla da dire, magari ha qualche atteggiamento così… Sul VAR c’è uno specialista”

Dopo la partita, su Canale 5, l’ex arbitro genovese elogia la prova di Maresca: “Maresca è stato molto bravo. La gara è stata molto corretta ma benissimo anche Maresca. È stato molto molto bravo, aiutato dai calciatori ma ci ha messo del suo perché non si è fatto intimidire. 37 falli, solamente cinque ammoniti: direzione di gara oculata, direi bene bravo e voto 7+”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...