,,
Virgilio Sport SPORT

Venus Williams e i suoi primi 40 anni: dolori, malattia e tennis

La Venere nera compie 40 anni con la consapevolezza di aver rivoluzionato il tennis femminile con la sorella Serena

Venus Williams è seconda, per colpi e talento e continuità, solo a sua sorella Serena. Più che il sogno americano le sorelle Williams hanno realizzato l’ambizioso progetto paterno di costruire le più puntuali, perfette tenniste afroamericane del circuito quando questo sport – negli Stati Uniti – si profilava come un insieme di agonismo e fisicità oltre che di tecnica. Precluso ai vertici, fino al loro debutto, ai professionisti della loro comunità.

Papà Richard, che le iniziò al tennis che in questi giorni bui potrebbe essere riferito alla middle class metropolitana e assai distante da quanto apparteneva sulla carta alla loro famiglia, aveva tracciato un disegno articolato, tant’è che le cronache riportano di un documento di 78 pagine circa in cui mister Williams tentava di spiegare nei dettagli come avrebbe reso le sue due figlie, due campionesse. Oggi Venus, la maggiore delle sorelle, compie 40 anni ed è ancora una tennista competitiva nonostante quanto abbia sofferto e patito.

Venus Williams: gli inizi della campionessa di tennis

Essere nata nel 1980, per Venus, voleva anche dire crescere nel culto dell’accademia di Nick Bollettieri, di tennisti talentuosi ed esemplari, ma nel culto della personalità e dell’abnegazione come spiegato in maniera egregia nel libro dell’ex numero 1 al mondo, André Agassi. Un modello da cui le sorelle Williams si sono discostate.

La vita o il destino o Dio avevano in riserbo per Venus e sua sorella altri progetti, rispetto agli idoli della sua infanzia e della sua adolescenza da quando aveva intrapreso un percorso senza possibilità di ritorno. Aveva appena 14 anni, era il 1994. Da allora ha progressivamente conquistato titoli, successi, conosciuto la popolarità e ribaltato ogni cliché.

La Venera nera del tennis mondiale: i titoli e i successi

La Venere nera ha composto la sequenza di una carriera perfetta, condivisa e intrecciata a quella di Serena (compagna di doppio perfetta): ha al suo attivo 14 vittorie nel doppio del Grande Slam con la sorella minore e 57 finali WTA nel singolare. Nel decennio 2000-2010 è la giocatrice ad aver vinto di più a Wimbledon, con 5 vittorie su 8 finali (di cui 4 consecutive, dal 2000 al 2003) ed è una delle cinque tenniste (dopo Martina Navrátilová, Steffi Graf, Serena Williams e Billie Jean King, la quale, tuttavia, ha ottenuto 2 dei suoi 6 successi a Wimbledon prima del 1968) ad averne vinte 5 o più nell’era degli Open.

La sua potenza abbinata alla tecnica e alla precisione l’hanno resa la numero 1 al mondo, a primeggiare su cemento e erba; le sue qualità stilistiche l’hanno condotta nell’Olimpo dello sport che prima delle due sorelle Williams era altro, ma l’intraprendenza, l’efficacia e la sua stessa tenacia non le hanno risparmiato dolori immani.

La perdita della sorella e la malattia: le ombre di Venus Williams

La perdita di sua sorella nel 2003, Yetunde Price, figlia della madre Oracene (chi le ha amate, sa che le sorelle Williams erano seguite sempre dalla loro mamma) ha segnato l’emotività di Venus. E i sentimenti non sempre si controllano, anche se affidati alle migliori competenze di mental coach e psicologi.

Poi c’è stato lo stop forzato, quando venne diagnosticata a Venus – prima afroamericana numero 1 del ranking -, la sindrome di Sjogren, una malattia autoimmune che ha compromesso l’equilibrio – già provato dalla tragedia che l’ha segnata – rendendola una donna fisicamente imponente ma vacillante. Costretta a una dieta crudista e vegana per combattere l’infiammazione causata dalla malattia, Venus ha imparato a gestire e a convivere con l’inquietudine, le sue ombre. A non cancellarle del tutto, ma a riconquistare una certa libertà e a giocare ancora, a differenza di colleghe più giovani come Maria Sharapova o Ana Ivanovic. E ancora oggi, a 40 anni, picchia come e più delle colleghe professioniste.

Il legame strettissimo con la sorella Serena Williams

A differenza di Serena, che ha addirittura vinto l’Australian Open incinta della sua Alexis, Venus non ha una relazione ufficiale: ha amato il golfista Hank Kuehne dal 2006 al 2010 e poi si è legata al modello Elio Pis dal 2012 al 2017. Dal 2017 al 2019 è stata fidanzata con il milionario Nicholas “Nicky” Hammond.

Oggi si gode il campo e i suoi 40 anni, una società, contratti e una famiglia che le è sempre accanto. Per Serena, che è il suo tutto, è lei l’affetto più saldo, la sua continua e insostituibile fonte di ispirazione.

VIRGILIO SPORT | 17-06-2020 15:15

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...