Virgilio Sport

Vieri esclusivo: Potevo andare al Chelsea ora felice da dj

L'ex bomber dell'Inter si confessa al Sun e racconta la sua nuova passione. Bobo tra una settimana sarà padre ma ha ancora voglia di divertirsi

Pubblicato:

Vieri esclusivo: Potevo andare al Chelsea ora felice da dj Fonte: Ansa

In tempi antichi era lui, spesso insieme all’amico Pippo Inzaghi, a “chiudere le discoteche” a Milano o altrove, da amante della movida notturna, oggi Bobo Vieri a 45 anni è ancora nelle discoteche, ma è lui che fa ballare gli altri nella sua nuova veste di Dj. L’ex bomber dell’Inter si racconta in esclusiva al “Sun” e rivela tante cose, dalla possibilità che ebbe di andare al Chelsea all’emozione speciale quando vestiva la maglia dell’Italia ai Mondiali. Con il suo gruppo che si chiama proprio Bobo, remica Barry White, Abba e altre hit degli anni 70 e dopo il suo debutto a Padova del 27 ottobre scorso intende continuare in questa sua nuova carriera: “Il mio amico Andrea, che ha lavorato nei night-club in Italia per gran parte della sua vita, aveva sempre voluto fare il DJ insieme a me, gli dicevo sempre di no, perché non pensavo che fosse il momento giusto. L’estate scorsa ho parlato ancora con lui e ho detto: ‘proviamo a fare qualcosa’. Sono stato ispirato dopo che sono andato a Ibiza con la mia ragazza al club Ushuaia e ho visto il DJ Andrea Oliva. Abbiamo ascoltato musica con lui e ho detto alla mia ragazza, Costanza Caracciolo),” Divertiamoci, proviamo e facciamo questo, quindi abbiamo creato lo spettacolo Bobo DJ. Ho una cantante, si chiama Lara Caprotti, e poi ho Stefano Serafini che suona la tromba. Lo spettacolo è molto diverso: è la musica che ci piace, la musica house, stiamo girando per l’Italia e iniziamo a ricevere chiamate da tutto il mondo, è divertente e questa è la cosa più importante”.

LA NUOVA VITA – Vieri ha imparato a suonare solo tre mesi fa: “Ogni giorno sto imparando cose, ho dedicato molte ore a questo, è molto difficile, ma quando si inizia qualcosa di nuovo da zero non è mai facile, ho sempre avuto la musica nella mia vita, quando andavo a correre e prima delle gare sentivo sempre la musica. Abbiamo una bella ora e mezza di set, quindi non è affatto noioso. Mi piace fare anche cose nuove, mi piace la competizione e mi piace imparare, è per questo che ho anche ballato. Mi sto godendo la vita. La prossima settimana diventerò padre ma mi sto divertendo con la mia ragazza, con i miei amici”. Il calcio non è una passione dimenticata. Lavora anche come opinionista a BeinSport e ricorda com’era da giovane: “Quando ero in Australia il mio sogno era giocare in A e con la nazionale. Penso che quando giochi per il tuo paese, in qualsiasi sport sia, questo è il più grande successo al mondo. Quando indossavo la maglia azzurra ero…pazzo ma ai Mondiali non riuscivo quasi a respirare, avevo difficoltà a riprendere fiato. Prima delle partite normali ero sempre rilassato, ma alla Coppa del Mondo per l’Italia il mio battito cardiaco è andato sempre molto più veloce. Potevo sentirlo, era la tensione e giocare in Coppa del Mondo, che era solo un sogno, era diventato realtà”.

SIRENE CHELSEA – Nel 1999, il trasferimento di Vieri dalla Lazio all’Inter divenne il più caro di tutti i tempi, ma da allora quel primato è stato superato tante volte: “Nessuno sta mettendo una pistola alle teste del club. Hanno i soldi, fanno i conti e compreranno tutto quello che vogliono. Ora, è un grande business, non solo per vincere titoli, ma per vendere magliette, biglietti per giochi e diritti. I grandi club devono acquistare grandi giocatori, è così com’è e come è sempre stato. Non puoi avere un tetto salariale”. Col suo tipo di gioco Vieri sarebbe stato perfetto per un club della Premier League e l’ex bomber rivela di esserci andato vicino nel 2004: “Sono stati in trattativa col Chelsea perchè Eriksson doveva andare lì e io ero con lui alla Lazio. Ne stavamo parlando poi sono stato contento dell’Inter e non se n’è fatto niente”. L’ultima battuta racchiude tutto Vieri: “Penso che se non avessi giocato a calcio, sarei stato il miglior tennista al mondo”.

 

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...