Virgilio Sport

Volley, Anastasi svela il segreto della sua Perugia

Gli umbri sono ancora imbattuti e stanno dominando la scena della Superlega e non solo

04-01-2023 13:43

Volley, Anastasi svela il segreto della sua Perugia Fonte: Getty Images

La Sir Safety Perugia, guidata da Andrea Anastasi ha chiuso l’anno al meglio, da imbattuta e vincendo a dicembre il titolo del Mondiale per Club.

Oltre una squadra ben formata e assemblata, con l’ottima regina di Simone Giannelli, ormai uno dei più forti al Mondo, dietro questi risultati c’è il “Nano”, Andrea Anastasi che ha parlato del suo lavoro a Gazzetta dello Sport.

Anastasi è tornato dopo 11 anni lontanod al Bel Paese: “Ho cercato di ‘studiare’. Ho fatto tante interviste. Ho sentito tutti gli allenatori che erano stati qui negli ultimi anni e gente che conosceva bene l’ambiente. Un dirigente come Stefano Recine (ora con la Nazionale femminile, ndr) è stato importante per il mio inserimento. Ho parlato con un sacco di persone dello staff e con i giocatori per cercare di capire come potevo aiutare la squadra. Qui non c’è da fare i fenomeni, ma capire che cosa potessi mettere di mio per aiutare la squadra e i ragazzi. A maggiore ragione dopo il roster che era stato creato”.

Nonostante i 24 successi la stagione è ancora lunga: “Ne discutevo ieri con lo staff. In questi mesi abbiamo messo fieno in cascina (punti di vantaggio in classifica, ndr), il nostro prossimo obiettivo sono le finali di Coppa Italia il 24 e 25 febbraio. Continueremo con il turn over pensando di arrivare al meglio a Roma. Abbiamo coinvolto tutti. Ci alleniamo bene e lo dico ai giocatori: a volte ci sono sedute in palestra che sono più dure di alcune partite. E’ chiaro che i cambi funzionano in una finale se prima i giocatori li hai usati. Come ci è accaduto con Herrera e Plotnytskyi nel Mondiale. Da marzo diventerà più dura con i playoff di Champions e quelli di Superlega”.

E sulla forza del suo club, spiega: “So che siamo molto forti. Alcune prestazioni non me lo aspettavo, ma so che ci stanno aspettando al varco. Trento ha perso la finale del Mondiale con una pallavolo pazzesca, noi abbiamo vinto grazie alla panchina. Piacenza ha avuto tanti problemi fisici che l’hanno condizionata, ma il roster è di primo livello. Civitanova ha alti e bassi tipici della gioventù, ma credo stia già lavorando in funzione playoff. E Modena con questo organico credo che stia facendo un grande campionato. Faranno tutti il possibile per batterci”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...