Virgilio Sport

Vuelta, presentata l'edizione 2023

Enric Mas punta a vincere dopo tre secondi posti: "E' un percorso fantastico".

11-01-2023 17:49

Vuelta, presentata l'edizione 2023 Fonte: Getty Images

Sarà una Vuelta a trazione montanara: l’edizione numero 78, che partirà per la seconda volta nella storia da Barcellona (il 26 agosto, l’arrivo tradizionale di Madrid, il 17 settembre, sarà preceduto da due sconfinamenti in Francia e ad Andorra), ha 10 arrivi in salita.

Il direttore Javier Guillén ha così presentato gli aspetti salienti del tracciato: “È un percorso duro e completo” sono le parole del dirigente spagnolo raccolte da Ciclismo a Fondo “Inizia e finisce in due grandi città e ha tanti punti di interesse, con 10 arrivi in salita: unirà come sempre innovazione e tradizione e sarà molto internazionale. Barcellona è una delle più belle città al mondo, è sempre stata legata allo sport e poggia ancora sui pilastri delle Olimpiadi 1992: ci assicura la partenza più importante degli anni recenti. Già nella prima settimana ci saranno tappe di montagna; poi ci sarà la cronometro di Valladolid e gli arrivi in salita della seconda settimana, con il Tourmalet. Vedo numerose giornate chiave, con un occhio particolare alla tappa classica sulla Sierra de Guadarrama, che ha 10 GP della montagna. È una Vuelta che punta al cielo, adatta agli scalatori, ma penso ci saranno opportunità per tutti. Proveremo a offrire spettacolo dal primo all’ultimo giorno”.

Il 28enne Enric Mas, che ha conquistato nel Grande Giro iberico tre secondi posti, correrà la gara di casa, oltre al Tour de France, e si dice pronto a sfruttare a suo favore un percorso con meno chilometri a cronometro: “La Vuelta 2023 è incredibile” sintetizza con entusiasmo a EFE “Il percorso mi piace, sono contento di queste tappe impegnative che spero di sfruttare al meglio. Questa Vuelta è un lusso per me: ci sarà spettacolo, gli stravolgimenti saranno all’ordine del giorno, potrai perdere minuti e il giorno successivo recuperare andando all’attacco; i giorni cruciali saranno quelli del Tourmalet, dell’Angliru, di Andorra, e l’ultima prima di Madrid, che può essere una trappola, con molte salite brevi“.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...