,,

Virgilio Sport

Scontro Wanda Nara-Icardi, l'avvocata Ana Rosenfeld rompe il silenzio sul licenziamento

La nota avvocata che ha sempre assistito Wanda nara nei momenti più complicati ha deciso di dare la sua versione dopo il clamore mediatico legato al ruolo di Wanda di agente, messo in discussione

25-10-2022 12:31

Le indiscrezioni che suggerivano una frattura insanabile tra Wanda Nara e Mauro Icardi sono sintomatiche di un percorso irreversibile, nella premiata ditta che l’influencer e agente insieme al calciatore hanno saputo plasmare in un decennio quasi di unione, sentimentale e professionale.

Una situazione di abnorme tensione, la loro, che avrebbe toccato l’apice dell’incomprensione quando è emersa la notizia che Icardi avrebbe “licenziato” Wanda Nara in qualità di sua rappresentante. Rumors smentito o meglio chiarito dall’avvocata Ana Roselfeld, personaggio molto noto in Argentina e vicina alla coppia.

Wanda Nara licenziata da Icardi: la verità

Ana Roselfeld, che ha assistito Wanda Nara anche nella sua separazione dal primo marito, Maxi Lopez e nell’annosa vicenda degli alimenti, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante un suo intervento in diretta nel programma “A la tarde” e le sue affermazioni sono state riportate dall’autorevole quotidiano e sito argentino, Clarin.

Quindi nel bel mezzo del conflitto tra Wanda e Icardi, per via della sua decisione di formalizzare la loro separazione e di intraprendere una vita nuova anche sul versante della carriera, è intervenuta lei, Ana Roselfeld, che ha chiarito la posizione della sua assistita e ha fornito dettagli rilevanti anche sul presunto licenziamento di Wanda da parte dell’ex marito. Ex perché l’avvocata ha dichiarato che la separazione è stata firmata.

“Gli accordi tra loro non possono essere sciolti. Erano stato stretti in Italia all’epoca e furono gestiti molto bene dall’avvocato italiano: ognuno riceveva la sua parte. Alcune proprietà e denaro furono lasciati a Wanda e lo stesso fu per il sig. Mauro Icardi La ripartizione era a loro nome e ci sono altre questioni in cui sono coinvolti i ragazzi, ma non sono autorizzato a dirlo”, ha risposto.

Dopo aver chiarito che non si è fatta carico di fare questo lavoro, poiché non ha partecipato all’accordo italiano, Rosenfeld ha aggiunto:

“Oggi le cose stanno così. Wanda ha firmato davanti a me una separazione e mi ha chiesto di essere un testimone Ed eccomi lì. Fu quel giorno importante: fu firmato allo Chateau Libertador e Wanda poi lo mandò in Italia per essere risolto dall’avvocato italiano”.

Fonte:

La diretta di Icardi che ha infastidito Wanda Nara

Altro tema molto caldo, oltre alla nota relazione che Wanda avrebbe con il suo testimonial il rapper L-Gante, è l’improvvisa e sistematica condivisione di Icardi di contenuti privati, che ha toccato il culmine in quella famigerata diretta su Instagram la cui incursione è stata interpretata come un modo per screditare Wanda e farla apparire come una persona incline ad avere un’immagine pubblica, ben distinta da quella privata.

Rosenfeld su questo punto, in particolare, ha spiegato che “Parlo con entrambi e so che ognuno ha cose da dire. Mi sorprende che Mauro, che non ha mai parlato con la stampa e meno di queste domande, fallo vivo, che ritengo non necessario”. “Wanda gestisce molto bene la questione mediatica e sa come spiegare le cose. Mentre Mauro, nella sua voglia di recuperare un compagno o risolvere alcune questioni, ha fatto una diretta inutile e soprattutto ha messo in mezzo i ragazzi “, ha sottolineato l’avvocatessa.

Fonte: IPA

L’accordo economico Icardi-Wanda Nara

Riguardo all’accordo economico firmato l’anno scorso, ha sottolineato che è in vigore, poiché alcuni lo hanno messo in dubbio e hanno affermato che Icardi voleva infrangerlo.

“Per quanto riguarda l’accordo che hanno firmato, è fermo. Al punto che hanno già incorporato nel loro patrimonio la questione fiscale per i pagamenti che devono fare in base alla divisione che hanno effettuato e che non possono più essere rivisti”.

Il rapporto tra Wanda e l’ex marito Maxi Lopez

L’avvocato ha risposto anche se al momento il rapporto con Maxi López era migliore che con Icardi.

“Con Maxi López si è risolto il conflitto durato molti anni e che aveva a che fare con la quota di cibo che non ha pagato per molto tempo. Ecco perché la proprietà di Santa Bárbara appartiene a Wanda, poiché gli è stata assegnata per il cibo in ritardo Ecco dove finirono i conflitti tra loro”.

Fonte: IPA

La visita lampo ai figli di Wanda Nara

Il ritorno di Wanda in Turchia indurrebbe a sottolineare come e quanto i rapporti tra i coniugi sono tesi: la Nara, infatti, alloggia in un lussuoso albergo dove è stata raggiunta dai suoi figli, dalle bambine e Benedicto che la avrebbero coccolata dopo i lunghi giorni di lontananza.

“Aveva intenzione di andare a salutare i ragazzi, anche se è arrivata molto tardi, quasi alle 23. Poi è andata al suo hotel, dove ha passato la notte. Il giorno dopo le ragazze hanno fatto colazione e sono andate a letto con lei e penso Benchu anche”, ha specificato Rosenfeld interpellata sulla trasferta a Instabul della showgirl.

Il chiarimento sul compenso di Wanda Nara come agente

L’avvocato ha invece smentito le informazioni emerse in Turchia, nelle quali si diceva che Wanda avrebbe chiesto un compenso al Galatasaray, in qualità di rappresentante del calciatore. “Wanda dice che questa notizia è falsa, che non ha rivendicato nulla. L’unica cosa che posso dirti è che quello che paga il contratto di Icardi è il PSG, non il club turco, perché è in prestito fino a giugno. qualsiasi contatto con il Galatasaray è per questioni di calcio e non per soldi”, ha spiegato.

VIRGILIO SPORT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...