Virgilio Sport

Adesso Sha’Carri Richardson rischia di rimanere fuori dalle Olimpiadi

Risultata positiva alla cannabis, l'atleta Sha’Carri Richardson rischia di vedersi escludere dai Giochi di Tokyo 2020

Pubblicato:

L’essere umana, troppo umana le costerà molto caro: Sha’Carri Richardson, la 21enne americana che ai Trials Usa aveva trionfato nei 100 metri con un personale stagionale di 10”72 (il sesto tempo al mondo di sempre), potrebbe saltare le Olimpiadi. Secondo quanto trapelato nelle ultime ore, infatti, nelle sue urine prelevate proprio dopo quella gara sono state trovate tracce di cannabis.

Il caso scoppiato dopo gli esami sulle urine

La sostanza che in alcuni Stati americani è legale è proibita, però, dal regolamento antidoping della Wada solo se rilevato in competizione, come accaduto alla Richardson; le pene sono state ridotte da un mese (in caso di adesione a un programma di riabilitazione) a un massimo di tre mesi di sospensione. Secondo quanto riferisce The Guardian, la sospensione sarebbe stata già annunciata all’atleta mentre Jenna Prandini, quarta ai Trials, avrebbe ricevuto la convocazione per le Olimpiadi.

Il commento su twitter di Sha’Carri Richardson

Per ora, da parte della diretta interessata, è giunto solo un commento con un post pubblicato sul suo account twitter:

“I am human”, ovvero “Sono umana”.

L’atleta era tra le più attese della tormentata edizione dei Giochi di Tokyo, che probabilmente si svolgeranno a porte chiuse, era divenuta una celebrità oltre a una speranza della atletica americana giovanissima, quando ad appena 18 anni sui 100 metri realizzò un fantastico 10”75.

VIRGILIO SPORT

Adesso Sha’Carri Richardson rischia di rimanere fuori dalle Olimpiadi Fonte: ANSA

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...