,,
Virgilio Sport SPORT

Adl: "Sei un nostro dipendente", bufera in Lega

Tensione in assemblea per lo sfogo del presidente del Napoli

Finita una polemica ne nasce un’altra. O forse la seconda è figlia diretta della prima. Fatto sta che Aurelio De Laurentiis continua ad essere una mina vagante in Lega calcio. Il presidente del Napoli nei giorni scorsi aveva chiesto alla Lega il rinvio della gara di Supercoppa di mercoledì prossimo. Adl voleva convincere tutti che la cosa migliore sarebbe stata spostare la partita Juve-Napoli a maggio, sperando negli stadi aperti, in incassi sostanziosi e in un’emergenza Covid ridotta, ma non è stato accontentato.

Adl polemico anche sui diritti tv

Il presidente del Napoli era stato costretto anche ad una nota ufficiale per spiegare i suoi motivi e la polemica sembrava rientrata, anche dopo le parole dell’ad De Siervo che prima aveva bocciato in toto l’idea, poi era stato più accondiscendente.

“Hanno semplicemente chiesto di valutare un’ipotesi di finestra temporale più avanzata, perché uno spettacolo di questo tipo merita sicuramente un pubblico più ampio. La risposta della Lega è stata irremovibile, anche se lo spirito della richiesta era sicuramente alto e nobile”

I problemi sono però risorti in assemblea di Lega quando il  tema era la trattativa per i diritti esteri, Non sono mancati momenti di tensione. Su Il Giornale Franco Ordine rivela che l’apice si è toccato nello scontro verbale  tra Aurelio De Laurentiis, e l’amministratore delegato della Lega, Luigi De Siervo.

“qualche scintilla non è mancata, tipo lo scambio di battute del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che ha definito «nostro dipendente» l’amministratore delegato Luigi De Siervo, forse proprio perché il dirigente è stato uno di quelli che ha pubblicamente bocciato l’idea di rinviare la Supercoppa Italia tra lo stesso Napoli e la Juventus”.

SPORTEVAI | 15-01-2021 10:12

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...