Virgilio Sport

ATP Montecarlo, Rune provoca pubblico e arbitro durante il match con Sinner. Bertolucci durissimo: "Buffonata"

Sceneggiata del danese per guadagnar tempo e rifiatare in un momento delicato: polemizza coi tifosi e l'arbitro e chiama il supervisor. Indignazione in tv, sui social è bufera.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Momento cult durante il quarto di finale dell’ATP di Montecarlo tra Jannik Sinner e Holger Rune. Il danese, sotto nel punteggio, è ricorso al “trucchetto” utilizzato ormai da molti tennisti per perdere un po’ di tempo e avere l’opportunità di rifiatare per qualche minuto. Che ha fatto? Ha ritardato apposta la ripresa del gioco su un servizio a suo favore per battibeccare col pubblico e poi con l’arbitro. Poi ha chiamato il supervisor. Insomma, ha guadagnato qualche istante prezioso. E poi ha vinto il secondo set, tirandosi fuori dai guai. Per fortuna – di Jannik e della “giustizia” – alla fine s’è dovuto arrendere comunque, in tre set.

Sinner-Rune, la sceneggiata del danese a fine secondo set

L’episodio in questione s’è verificato nel corso dell’undicesimo gioco del secondo set, con Sinner che aveva vinto 6-4 il primo. Situazione di 5-5, col rosso di San Candido sullo 0-30 e il danese un po’ sulle gambe. A questo punto, il colpo di scena. Anzi di sceneggiata. Rune non ha ripreso di proposito il gioco e si è beccato un “warning” dall’arbitro. Poi si è rivolto verso le tribune che rumoreggiavano e ha rivolto ai tifosi un gesto eloquente con la mano: “State zitti”.

Bertolucci duro anche con l’ATP: “Buffonata, servono provvedimenti”

Il danese ha proseguito nella sceneggiata, rivolgendosi duramente all’arbitro: “Non ho detto parolacce, volevo solo chiedere silenzio. Non è una parolaccia dire state zitti”. Poi s’è messo a sedere e ha richiesto l’intervento del supervisor, proprio come aveva fatto Medvedev nel match contro Khachanov. Durissimo il commento di Paolo Bertolucci durante la telecronaca su Sky: “Che buffonata, fatta apposta per perdere tempo. Eccoci qua, è quello che voleva. Sta arrivando quello che ieri è stato ridicolizzato da Medvedev. Finché l’ATP non prenderà provvedimenti, vedremo sempre robe del genere purtroppo”.

Missione compiuta per Rune: ha poi vinto il set contro Jannik

Il danese però è riuscito nel suo intento dal momento che, dopo essere andato sotto 0-40, ha annullato tre palle-break a Sinner e ha poi vinto il secondo set al tie-break (in cui ha annullato pure due matchpoint). Insomma, la sceneggiata ha avuto buon fine, almeno per lui. Sceneggiata che è proseguita dopo, in occasione di un punto contestato. “Tutti contro di me”, ha allargato le braccia Rune. “Non ho preso questa decisione contro di te”, lo ha rassicurato l’arbitro. Ma sugli spalti del Ranieri III, a parte i tifosi danesi, si sono ritrovati davvero tutti contro di lui, al punto da fischiarlo sonoramente a fine match. E così i social, come testimonia questo Tweet del giornalista del quotidiano Libero Fabrizio Biasin.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...