Virgilio Sport

Basket Eurolega, Baskonia-Virtus Bologna: Banchi ancora contro il "santone" Ivanovic

Dopo la sconfitta di misura contro Milano, la Virtus torna in Europa e ritrova Dusko Ivanovic al quale ha dato un dispiacere un mese e mezzo fa, quando allenava la Stella Rossa.

14-12-2023 16:00

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

La tegola Mickey s’è abbattuta sulla Virtus, che stasera in casa del Baskonia dovrà rinunciare nuovamente al lungo che era appena rientrato da un paio di settimane, dopo aver saltato diverse gare a novembre. Tegola in tutto e per tutto, perché Jordan Mickey è una pedina chiave nello scacchiere a disposizione di Luca Banchi, e la sua assenza non sarà affatto passeggera (almeno un mese di stop prima di essere rivalutato: c’è il rischio che possa tornare in campo solo a fine gennaio). Insomma, non la migliore notizia in vista della trasferta di Vitoria, dove tutto il pubblico basco celebrerà una volta di più quell’Achille Polonara che da quelle parti conoscono piuttosto bene.

Banchi chiede ai suoi di essere “quasi perfetti”

Sarà anche e soprattutto la serata di PolonAir, tornato a completa disposizione della Virtus e pronto a dare il suo contribuito nel tentativo di frenare il trend negativo esterno della Segafredo, che ha perso tutte le ultime 3 gare giocate in giro per l’Europa.

La sconfitta è arrivata anche nell’ultima trasferta di campionato, quella in casa dell’Olimpia Milano, gara persa nel finale anche per qualche scelta un po’ avventata che non ha pagato dividendi. Banchi però ha già voltato pagina, concentrato su quel che dovrà dire la sfida di Vitoria. “Affrontiamo ancora una volta una squadra in salute, che anzi direi stia vivendo un periodo eccezionale, avendo vinto 7 delle ultime 8 gare disputate. Il cambio di allenatore ha giovato al gruppo, e Ivanovic ha saputo trascinare in fretta una squadra che ha qualità di indiscusso valore.

Il Baskonia è da temere per tante cose, non ultima perché in casa sa esaltarsi come non mai, complice anche il pubblico che sa come trascinare la squadra. Noi non siamo al massimo della condizione, ma ci siamo preparati per affrontare al meglio la gara, facendo leva sulle nostre qualità. Loro difendono forte e attaccano in modo spumeggiante, pertanto dovremo essere quasi perfetti”.

Ivanonvic, ma non solo: Baskonia, chi c’è da temere

Oltre a Mickey, Banchi dovrebbe lasciar fuori Smith e Menalo, col rientro nei 12 di Alessandro Pajola, che ha smaltito i problemi che ne hanno condizionato le ultime settimane di lavoro. In casa Baskonia potrebbe non esserci spazio per Nico Mannion, che è forse il giocatore che ha pagato più di altri l’impatto con Dusko Ivanovic, che non lo contempla molto nel suo ventaglio di opzioni (Milano sta alla finestra aspettando eventuali buyout a stretto giro di posta).

Il talento però non manca in casa basca, con almeno 3-4 elementi in grado di poter fare la differenza in qualunque frangente: Chima Moneke potrebbe risultare il pericolo numero uno per la difesa della Virtus, a corto di munizioni nel reparto lunghi e costretta dunque ad adattare elementi che non hanno grandi doti di esplosività sotto canestro, e benché meno centimetri. Occhio poi a Tadas Sedekerskis, top scorer di serata nel successo ottenuto contro la Stella Rossa la settimana passata, buono per spedire il Baskonia al quarto posto alle spalle proprio della Virtus, che in caso di vittoria verrebbe agganciata (per questo stasera la posta vale doppio). Contro i serbi ha fatto faville anche Markus Howard, che in soli 13’ sul parquet ha confezionato 17 punti, decisivo nelle fasi cruciali del match.

Cacok, pedina chiave: dovrà far rifiatare Dunston

Ivanovic è tornato a Vitoria a fine ottobre, peraltro esonerato dalla Stella Rossa dopo la sconfitta interna subita proprio contro Bologna. Che stasera se lo ritroverà di fronte per la seconda volta in stagione, complice un regolamento che continua a produrre effetti piuttosto discutibili (e a volte indesiderati).

Uomini chiave per fermare il “santone” serbo? Devontae Cacok è forse la pedina strategica più importante di cui la Virtus può disporre in questo momento, anche perché dovrà cercare di far rifiatare Dunston, che rimane l’unico centro di ruolo a roster. E poi i soliti Shengelia e Belinelli, che potrebbero far male (soprattutto quest’ultimo) a una difesa che, se in area sa farsi sentire, sul perimetro fatica un po’ più a uscire. Palla a due alle 20,30, diretta su Sky Sport e Dazn.

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Torino - Lazio

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...