,,
Virgilio Sport SPORT

Bellugi non cede dopo amputazione: "Moratti vuole pagare protesi"

L'ex difensore, Mauro Bellugi, ha deciso di parlare in diretta a Tiki Taka del Covid e della doppia amputazione delle gambe

La vicenda umana che ha toccato Mauro Bellugi ha emozionato chiunque l’abbia appresa, in quei giorni. Eppure anche in quest’ultimo collegamento dal suo letto di ospedale, dal Niguarda, Bellugi ha saputo esibire un sorriso ironico, schietto mai costruito, nel pieno di quel post Covid che a lui ha portato via le gambe. E costretto a ripensare il futuro, senza mai mostrare cedimenti. A Tiki Taka ha affidato un messaggio di speranza e determinazione, anche e nonostante la doppia amputazione subita e i timori emersi in quei giorni difficili di convivenza con la malattia.

L’offerta di supporto da parte dei Moratti a Mauro Bellugi

Moratti vuole pagarmi le protesi. Per lui sono uno di famiglia”, ha rivelato Bellugi durante l’intervista di Piero Chiambretti (anch’egli vittima del Covid, che gli ha portato via la sua amatissima mamma) che ha così palesato il legame affettivo sussistente con Massimo Moratti e la sua famiglia, dopo la cessione dell’Inter a cui l’ex presidente è rimasto visceralmente legato.

Con grande forza ha ripercorso i passaggi più dolorosi della sua malattia: “Il virus ha aggravato una mia malattia del sangue preesistente. Non ho voglia di morire”. Un manifesto che in questo avvio di 2021, quando ancora è presente nella vita e nel presente di ciascuno la pandemia, acquisto una valenza multipla. “All’improvviso mi sono ritrovato le gambe nere e l’unica soluzione era amputarle. Ringrazio la mia famiglia e gli amici che mi hanno chiamato e scritto messaggi”.

Ispirazione Zanardi: le parole di Bellugi per il campione paralimpico

L’ex difensore di Inter, Bologna, Napoli e Pistoiese ha tenuto a sottolineare come il suo vissuto lo abbia indotto a ripensare anche a figure di spessore di questo tempo, come Alex Zanardi: “Invidio quelle persone che hanno più carattere di me e non mollano mai. Il mio idolo è diventato Zanardi. I paragoni con lui? Sulla sfortuna posso essere d’accordo, ma sul fatto di essere un eroe lui è un’altra cosa rispetto a me. Ha passato delle cose pazzesche ed è riuscito a diventare un fenomeno. Per ora Zanardi mi batte 3-0″.

VIRGILIO SPORT | 05-01-2021 13:32

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...