,,
Virgilio Sport SPORT

Berrettini: "La crescita del movimento italiano è positiva per tutti noi"

Il romano, impegnato in doppio col fratello Jacopo al Sardegna Open, ha fatto il punto sul momento del tennis nostrano.

Dopo le fatiche e l’infortunio patito agli Australian Open, Matteo Berrettini è ripartito da Cagliari facendo una scelta singolare, ovvero quella di scendere in campo nel tabellone di doppio col fratello Jacopo.

È qui che, match dopo match, il tennista romano sta riguadagnando condifenza e sensibilità su una superficie che, settimana prossima, lo vedrà battagliare contro alcuni dei migliori al mondo al Masters 1000 di Montecarlo.

Prima però di gettarsi a capofitto nel torneo monegasco, Berrettini sicuramente proverà ad arrivare fino in fondo in Sardegna dove, avendo raggiunto le semifinali, la conquista del titoli in doppio non è affatto un’utopia.

In attesa di scendere in campo e guadagnarsi l’accesso alla finale, il numero 10 al mondo ha nel frattempo discusso ai microfoni di Fanpage della crescita del movimento italiano e dei buoni segnali lanciati dai nostri giovani esponenti nelle ultime settimane.

Credo che sia una cosa positiva per tutti noi” ha dichiarato il classe 1996. “Per quanto mi riguarda, questa cosa mi aiuta molto, mi motiva. Guardare i miei amici o comunque persone che conosco bene raggiungere risultati importanti, mi stimola. È soprattutto un modo per confrontarsi, per trascinarci a vicenda”.

“Abbiamo seguito le orme di giocatori che sono ancora nel Tour come Andreas Seppi e Fabio Fognini. Abbiamo visto quello che hanno fatto loro in passato, ma anche negli ultimi anni. Fabio ha avuto la migliore stagione della sua carriera nel 2019. Io e Lorenzo Sonego siamo un po’ più grandi di Jannik Sinner e Lorenzo Musetti, loro avranno sicuramente più tempo. Ma è bello vedere che ci sono generazioni diverse che competono alto livello” ha concluso Berrettini.

OMNISPORT | 09-04-2021 19:16

Berrettini: "La crescita del movimento italiano è positiva per tutti noi" Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...