Virgilio Sport

Juventus: Bonucci fa retromarcia, niente causa, ma sul web è polemica

Bonucci ritira la causa contro la Juventus dopo mesi di odio e parole al veleno. Per i tifosi è perdonato, per altri è solo una 'furbata' legale

01-02-2024 12:52

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Un passo avanti verso i tifosi bianconeri ed un passo indietro con la giustizia ordinaria: l’ex capitano bianconero Bonucci ha così risolto i contrasti con la Juventus dopo aver inizialmente avviato un’azione legale per presunte mancanze nelle ‘condizioni di allenamento’. Umiliato, messo fuori rosa e impossibilitato ad accedere alla Continassa in presenza del resto della squadra: dopo più di 500 partite con la Vecchia Signora sembrava che fosse scoppiata una bomba legale tra l’ex capitano e la Vecchia Signora, ma da adesso è tutto archiviato. Nonostante il mandato di Bonucci ai legali Conte e Zuccheretti, l’azione giudiziaria non ha avuto seguito e la questione si è risolta senza conseguenze. Alla fine, Bonucci e la Juventus hanno ritrovato così l’armonia, dopo mesi di odio e parole al veleno che gridavano vendetta.

«Sono stato umiliato dopo più di 500 partite con la Juve». Erano queste le parole di Leonardo Bonucci, cinque mesi fa a SportMediaset. L’ex capitano della Juve, passato prima all’Union Berlino e ora al Fenerbahçe, aveva raccontato il difficile addio ai bianconeri, l’estate trascorsa, dopo essere stato messo fuori dalla prima squadra. Le telefonate di Pirlo, Buffon e Chiellini non avevano però placato l’ira dell’ex bianconero che aveva deciso di intraprendere comunque un’azione legale nei confronti di Madama.

Una richiesta di risarcimento danni dovuta alla presunta mancanza delle adeguate condizioni di allenamento: sedute serali in orari differenti rispetto a quelli dei compagni, senza mai incontrare lo staff tecnico, divieto di accedere a palestra, piscina e ristorante senza la dovuta assistenza. Decisioni che avrebbero arrecato danni di natura professionale e d’immagine al calciatore. Dopo cinque mesi dall’annuncio della battaglia legale, la vicenda si chiude con un nulla di fatto: tra Bonucci e la Juve è tornato il sereno.

La nota della Juventus sulla rinuncia al ricorso legale di Bonucci

Juventus, di comune accordo con il giocatore, ha emesso una nota che annuncia la fine della battaglia legale: “Il sig. Leonardo Bonucci ha rinunciato al ricorso arbitrale promosso verso la Juventus FC, che ha accettato la rinuncia, con definitivo superamento del contenzioso, che avviene senza alcuna conseguenza di carattere patrimoniale. Juventus e Leonardo Bonucci condividono con piena soddisfazione la chiusura di questa vicenda lasciando intatto il percorso ed il rapporto vincente costruito negli anni”.

I tifosi bianconeri perdonano Bonucci dopo aver fermato il ricorso

“Alla fine una cosa buona é riuscita a farla Bonucci, dopo mesi di odio contro di noi”. Il web impazza al seguito della rinuncia dell’azione legale dell’ex bianconero contro il suo vecchio club: “Per noi tifosi ora sei perdonato ma la ferita resta ancora aperta e fa male.” C’è poi chi aggiunge: “Bravo Leo. Hai fatto marcia indietro. Chiudere una storia durata anni e anni, in quel modo, con una causa, sarebbe stato sbagliatissimo.” E ancora: “Quel che è stato, non si potrà mai cancellare. Abbiamo evitato però di metterci una macchia indelebile.”

Continuano i messaggi dei tifosi bianconeri verso il loro ex capitano: “Bonucci già dai tempi del suo trasferimento al Milan era maltrattato da qualcuno, il motivo per il quale andò via, per poi tornare dopo pochi mesi, perché lui ama la Juve, avrebbe meritato senza se, senza ma, di finire la sua carriera in bianconero. Per sempre nel mio cuore.”

Per alcuni tifosi si tratta di un’azione dimostrativa di Bonucci

C’è infine chi insinua che la causa l’avrebbe persa Bonucci contro la Juve e che quindi la sua ‘pace’ sarebbe stata un’azione soltanto dimostrativa: “perché al momento della risoluzione del contratto con la Juve Bonucci non poteva non aver sottoscritto una clausola di “null’altro a pretendere”. E ancora: “La sua appare quindi essere stata un’azione meramente dimostrativa per spegnere mesi di odio dopo anni d’amore, sapendo già che avrebbe perso la causa.”

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...