Virgilio Sport

Caos Ginnastica, il caso si allarga anche all'aerobica: le rivelazioni

Ha parlato il tre volte campione del Mondo di Aerobica, Davide Donati raccontando cosa visto con i propri occhi

Pubblicato:

Il mondo della ginnastica continua a tremare. Il caso degli abusi verbali e delle violenze psicologiche ora si allarga anche al mondo dell’Aerobica. È sempre Repubblica a svelarlo tramite le parole dell’ex campione del Mondo, Davide Donati.

Non solo ritmica, c’è un caso Aerobica

La Federazione è davvero nei guai. Dopo tutto quello che sta accadendo e le mille denunce il caso non si sgonfia e arrivano nuove dichiarazioni questa volta dalle pagine di Repubblica. L’ex campione del Mondo Davide Donati he ha parlato sempre a Repubblica.

“Noi maschi, che potevamo mangiare anche il pane, spesso lo nascondevamo dentro il cappuccio della felpa e lo portavamo alle ragazze che avevano fame dopo il pranzo”. Il ginnasta poi parla di una divisione per tavoli tra magre e grasse. “La separazione fisica era per loro un’umiliazione quotidiana. Il menu ovviamente cambiava in base ai tavoli. Quelle considerate magre potevano mangiare qualcosa in più delle altre”.

Aerobica, la denuncia di Donati già due anni fa

Il ginnasta Davide Donati, per ben tre volte campione del Mondo con Michela Castoldi, nei giorni scorsi ha anche pubblicato un comunicato con 18 ex compagni e compagni della nazionale junior.

“Non sono casi isolati. Le loro parole hanno aperto una ferita dolorosa in tutti noi e vogliamo sostenerle. E che non si dica che la Federazione non era a conoscenza di questi atteggiamenti”. Non finisce qui, Donati due anni fa andò a denunciare la situazione alla Federazione. “Era il 2020, abbiamo elencato le problematiche e raccontato ciò che accadeva”, ma poco o nulla cambiò.

“In passato abbiamo vissuto in prima persona la famosa scena del peso con le umiliazioni e i commenti, perché con le ragazze formavamo una squadra unica. I tecnici davano anche un soprannome al gruppo che aveva qualche etto in più, lo chiamavano “la squadra delle triple chiappe”. Nel 2010, prima di una gara internazionale, abbiamo visto gli allenatori che mettevano le femmine in fila, di schiena, e passando le insultavano per i loro sederi. Per non parlare di quando, mentre eravamo tutti in palestra, abbiamo subito delle perquisizioni nelle camere per toglierci le poche provviste che ci eravamo portati da fuori. Ci hanno sgridato e fatto vergognare”.

Caos Ginnastica, aperta una indagine

Mentre si susseguono testimonianze l’accademia di Desio, casa delle Ferfalle, è stata commissariata mentre la procura Federale ha aperto una indagine. Le Farfalle continuano a lavorare ma la D.T Emanuela Maccarani è stata privata di qualsiasi incarico che non riguardi la stretta guida tecnica. Nei suoi confronti, comunque, vige la massima fiducia come ha ribadito il numero uno del Coni, Malagò. “Non credo ci siano motivi per mettere in discussione il suo ruolo in Giunta. Il presidente Tecchi ha voluto dare un segnale, non trasformiamolo in un’anticipazione di giudizio: un conto è la struttura commissariata, un conto è il suo ruolo. Le attuali Farfalle sono legate in modo formidabile a Emanuela e non credo siano plagiate”.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Falkensteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...