,,
Virgilio Sport SPORT

Chi è l'arbitro Marcenaro di Genova

Carriera, professione e caratteristiche tecniche del giovane fischietto ligure, autentico enfant prodige tra i direttori di gara italiani.

24-08-2021 10:21

È una sorta di enfant prodige, essendo approdato alla Can di A e B ad appena 33 anni, a luglio 2021. Matteo Marcenaro, da Genova, è uno dei fischietti più promettenti dell’intero panorama arbitrale nazionale. Ha impressionato tutti per personalità, preparazione e autorevolezza nelle ultime stagioni in serie C, ma soprattutto si è guadagnato sul campo una promozione più che meritata.

La carriera dell’arbitro Matteo Marcenaro

Nato a Genova nel 1988, Marcenaro si è avvicinato al mondo del calcio sulle orme di papà Massimo, storico tifoso blucerchiato e membro del Consiglio Direttivo del Sampdoria Club Jolly Roger. A differenza del padre, scomparso nel 2013, Matteo si è però legato al calcio nella maniera più neutrale possibile, con una vocazione per le direzioni di gara emersa sin da quando era giovanissimo. Dopo tutta la trafila nelle categorie minori, Marcenaro è approdato nel 2014 in serie D, nel 2017 in C e nel 2021 ha debuttato in serie B, il 10 maggio per Pisa-Virtus Entella. Dopo aver diretto la finale per la promozione in B tra Padova e Alessandria, a luglio è entrato a far parte della Commissione Arbitri Nazionale unificata di A e B.

Arbitro Marcenaro: stile e caratteristiche

Insignito del premio regionale Rosso, assegnato ogni anno dalla sezione di Albenga, Marcenaro è un arbitro che fa del dialogo aperto con i calciatori il suo punto di forza. L’ex arbitro Marelli in un articolo per la rivista Fischiettomania del mese di giugno 2021 lo ha definito “un potenziale crack”. In carriera si è sempre distinto per un dettaglio: assegna pochi rigori, ma soprattutto commina pochissimi cartellini rossi. Predilige il confronto schietto, insomma, grazie pure al carattere aperto e gioviale mostrato anche nelle frequenti lezioni da relatore per i giovani arbitri tenuti abitualmente in varie sezioni della Liguria. Uno dei temi ricorrenti delle sue spiegazioni è legato all’importanza di fare gruppo con i colleghi, in modo da portare in campo l’esperienza condivisa con gli altri arbitri. Altra curiosità: Marcenaro è presenza fissa della nazionale di calcio degli arbitri, di cui è uno dei leader.

 

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...