Virgilio Sport

City-Real: Guardiola può festeggiare, per Ancelotti non è una disfatta

I due allenatori hanno commentato il largo risultato della semifinale di ritorno che riporta i Citizens in finale di Champions League dove sfideranno l'Inter di Inzaghi.

17-05-2023 23:59

Dopo il pari per 1-1 dell’andata, la gara di ritorno è stata del tutto diversa. Il Manchester City ha distrutto il Real Madrid e l’ha battuto per 4-0 davanti ai propri tifosi guadagnandosi così l’accesso alla finale di Champions League. I Citizens si sono presi la rivincita sui blancos rispetto all’anno scorso e ora il 10 giugno a Istanbul si contenderanno la Coppa con l’Inter di Simone Inzaghi.

Manchester City, il bel traguardo di Guardiola

Pep Guardiola non vedeva l’ora di riportare il suo Manchester City in finale dopo quella persa due anni fa contro il Chelsea. Ora ci è riuscito distruggendo il Real Madrid campione d’Europa in carica. A BT Sport ne ha parlato così: “Siamo in finale, non succede spesso. Provo molta felicità. È la seconda volta in tre anni, ora prepariamo la gara di domenica che sarà utile per il campionato e poi penseremo alla Champions League”.

Per il tecnico spagnolo la Coppa non deve però essere un’ossessione: “La Champions League è speciale, sappiamo che è una competizione difficile. Abbiamo fatto una grande gara, specie nel primo tempo, mentre nella ripresa non tanto. Ma siamo in finale”. Infine, un commento sui baci mandati nel finale: “A Grealish. Perché in quel momento non si poteva andare su e giù, la partita si doveva fermare e l’ha capito”.

Real Madrid, il parere di Ancelotti

Sconfitta pesante e anche difficile da digerire. Ma a Prime Video, Carlo Ancelotti, tecnico del Real Madrid campione d’Europa uscente, ha mantenuto il suo classico aplomb: “Hanno giocato meglio di noi e meritato di raggiungere la finale. Non c’è stato un corto circuito, abbiamo però trovato una squadra molto forte che ha pressato molto forte. All’inizio me l’aspettavo, speravo si potesse gestire meglio il pallone”.

Ancelotti ha fatto sapere di aver già incontrato il presidente Florentino Perez e sulle continue voci sul suo futuro ha detto: “Tutto molto chiaro, questa sconfitta ci aiuterà a essere migliori il prossimo anno. Il Real non fa i drammi, pensa al futuro. A volte può succedere di cadere in una semifinale. Abbiamo fatto una grande stagione, a volte succede che non si vince”. Carletto potrebbe diventare il ct del Brasile.

Manchester City, la gioia di Bernardo Silva

Dopo la partita si è espresso anche Bernardo Silva, autore dei primi due gol: “È stata dura, per battere 4-0 questo Real serviva una prestazione meravigliosa e l’abbiamo fatta. Ora siamo di nuovo in finale e speriamo di vincerla. I tifosi sono stati importanti e noi tenaci, abbiamo avuto passione e organizzazione.

Sull’Inter, avversaria in finale a Istanbul il prossimo 10 giugno, il portoghese ha detto a BT Sport: “È una squadra molto organizzata. L’ho vista ieri, poi contro Barcellona, Bayern Monaco e Benfica. Sono forti e organizzati, veloci nelle ripartenze. Sarà dura ma ci proveremo”. La sfida è già lanciata.

City-Real: Guardiola può festeggiare, per Ancelotti non è una disfatta Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Inter - Genoa

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...