Virgilio Sport

Conferenze serie A: Italiano vuol dimenticare Vienna, Gilardino elogia Sarri, Dionisi esclude Berardi

Le parole dei tecnici alla vigilia della seconda giornata di serie A, Ranieri vuol stupire contro l'Inter, il Genoa deve riscattare ko all'esordio

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Silenzio stampa per Garcia e Sarri, motivi tecnici per il tecnico del Napoli e scelta personale per l’allenatore della Lazio che anche l’anno scorso ha saltato parecchie volte l’appuntamento di vigilia con la stampa come faceva pure ai tempi di Napoli. Pimpante la conferenza di Allegri ma spunti interessanti le hanno offerte anche le dichiarazioni degli altri tecnici che hanno parlato oggi.

Per Italiano la Fiorentina è sulla strada giusta

E’ reduce dalla delusione in Conference League la Fiorentina, sconfitta nell’andata playoff a Vienna, ma il tecnico Vincenzo Italiano non si fascia la testa: “in Europa si va in campi caldissimi con squadre preparate. La reazione è stata buona e ce la portiamo dietro, soprattutto per la gara di ritorno. Adesso la preoccupazione maggiore, oltre all’aspetto mentale, è quella del recupero. Fa molto caldo e la fatica si fa sentire. A livello mentale abbiamo solo perso una partita, siamo solo all’inizio e dobbiamo stare sereni reagendo e proponendo ancora ciò che ci ha fatto togliere soddisfazioni. Dobbiamo ridurre gli errori e rimanere concentrati, la strada è questa”.

Domani c’è il Lecce: “Sia in Coppa Italia che all’esordio in A ha mostrato di essere in condizione. Domani ci sarà tutto lo stadio a spingerci e a darci la fame che serve. Sarà la prima in casa, vogliamo ben figurare e reagire, dando il massimo. Bisogna continuare a pensare partita per partita, essere concentrati nell’impegno immediato che adesso è il Lecce. Poi prepareremo il ritorno col Rapid”.

Gilardino giudica Sarri un maestro

Aveva impressionato in precampionato il Genoa che però è crollato malamente alla prima di campionato con la Fiorentina a Marassi. Per Gilardino domani l’ostacolo Lazio: “La Lazio non sta a me descriverla. E’ una squadra forte, con un allenatore che è un maestro. Tanti punti a loro favore, giocatori di grande qualità. Un attaccante con caratteristiche importanti come Immobile. E’ una squadra codificata per questo allenatore. All’inizio ha avuto qualche difficoltà ad entrare nella testa dei ragazzi ma io lo dicevo dal primo anno che la Lazio con lui avrebbe fatto cose straordinarie perchè ha un modo di lavorare da alto livello. Ai ragazzi ho chiesto una reazione che dovrà esserci, io per loro mi butterei nel fuoco perchè ho grande stima dei miei ragazzi”.

Il tecnico del Genoa spera in qualche regalo sul mercato: “In questa settimana, a livello numerico, mi aspetto che la società intervenga ma per fare un esempio con Strootman squalificato avevo solo Jagiello in panchina. Non solo alibi ma è la realtà ed è normale che ci aspettiamo tutti che il mercato finisca e più in fretta possibile e credo che anche questa percezione che ho ce l’abbia anche la squadra”

Ranieri fa citazioni ippiche come Allegri

E’ atteso a un compito difficile Claudio Ranieri che lunedì affronterà l’Inter. Il tecnico dei sardi sa di partire con l’handicap: “Non è stato un mercato facile, abbiamo una rosa con giocatori con meno esperienza e altri più esperienza. Cercheremo di fare il nostro campionato fino in fondo. Io dico che all’ultimo si vedono i cavalli. Vedremo come andrà e dove arriveremo”.

Poi aggiunge: “Zito è bravo, ha detto oggi al Corriere dello Sport che già dopo una partita lo hanno capito tutti gli avversari, ma io dopo sei mesi devo ancora capire quello che fa…. In realtà è un giocatore imprevedibile e io lo apprezzo proprio per questo, sa di dover migliorare come tutti. Vedremo se arriverà un altro attaccante, differente per caratteristiche rispetto agli altri già in rosa in modo tale che possa giocare con tutti.

Dionisi ancora senza Berardi contro il Napoli

Infine il tecnico del Sassuolo Dionisi che andrà al Maradona ad affrontare il Napoli con il “dissidente” Berardi ancora out: “sulla carta siamo sfavoriti, ma vogliamo stravolgere la carta. Il Napoli deve giocare per trovare condizione e linee di passaggio, si è già visto contro il Frosinone la forza degli azzurri, dobbiamo difendere da squadra e prenderci delle responsabilità per giocare perché dobbiamo andare lì e fare la partita, non voglio un match difensivo. Berardi si è allenato con la squadra, ma abbiamo valutato di non portarlo, sarà disponibile alla prossima al 100%.”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...