Virgilio Sport

Cori razzisti di Lazio e Roma, bufera sui social per la sentenza del giudice sportivo 

Sul web fa discutere la mano leggera adoperata contro la curva Nord, chiusa per un turno ma con sospensiva di un anno, e la Sud, per cui la Roma pagherà solo 8mila euro di ammenda

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Prima e dopo la sosta i tifosi di Lazio e Roma sono tornati a far parlare di sé per aver intonato cori razzisti: oggi è arrivata la sentenza del giudice sportivo per il comportamento della curva Nord biancoceleste nel derby e per gli insulti a sfondo razziale intonati dalla curva Sud romanista nei confronti di Dejan Stankovic durante la partita con la Sampdoria. I provvedimenti disciplinari, però, sono giudicati troppo lievi sui social network.

Lazio, sospesa la chiusura della curva Nord

Durante il derby Lazio-Roma dello scorso 19 marzo i tifosi biancocelesti in curva Nord intonarono coni di natura antisemita per insultare i supporter giallorossi. Oggi il giudice sportivo ha condannato quel comportamento, ordinando la chiusura della curva Nord per un turno. Nella stessa sentenza, però, il giudice sportivo ha disposto la sospensione di un anno della sanzione: solo se i fatti dovessero ripetersi in questo arco di tempo la Nord dell’Olimpico verrebbe chiusa. Ciò perché il club del presidente Claudio Lotito s’è dissociato dal comportamento dei propri tifosi e ha attivamente collaborato nell’individuazione dei responsabili.

Roma, solo un’ammenda per gli insulti a Stankovic

Solo 8mila euro di ammenda, invece, sono stati comminati dal giudice sportivo alla Roma per i fatti di domenica scorsa, quando Dejan Stankovic, allenatore serbo della Sampdoria, venne ripetutamente insultato dai tifosi della curva Sud di fede giallorossa con cori di stampo razzista. In questo caso la sanzione è stata attenuata perché, dopo l’intervento dell’allenatore romanista José Mourinho, il coro non s’è più ripetuto.

Bufera sul web per le sanzioni leggere a Lazio e Roma

La notizia dei provvedimenti nei confronti di Lazio e Roma per il comportamento dei propri tifosi, però, hanno sollevato polemiche sui social network: molti utenti, infatti, li hanno giudicati troppo teneri.

“Le curve andrebbero chiuse, sempre”, protesta Vitto. “Secondo me chiudere curve e multe non servono. Porte chiuse e punti di penalizzazione”, chiede Francesco. “Da questi due provvedimenti pare che gli insulti a Stankovic, anch’essi razzisti, siano meno beceri di quelli antisemiti”, commenta Ilaria.

Massimiliano, tifoso laziale, ringrazia il club per essersi attivato: “Se sabato la Curva sarà aperta bisognerà solamente ringraziare la società. Perché c’è chi vuole il bene della Lazio e chi no”. Iena_White è comunque preoccupato: “Speriamo che i ragazzi della curva abbiano un po’ di cervello, anche se conoscendo certi soggetti mi toccherà vedere due partite dal divano dopo Lazio-Juve”.

Tra i romanisti, invece, tutti a ringraziare Mourinho: “Senza di lui chiudevano la Sud”, il commento di Marcxs.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...