Virgilio Sport

Diritti tv: Come sarà canale Lega con dirette e interviste se saltano accordi Sky-Dazn

Grandi manovre in Lega, le prossime settimane decisive per l'attribuzione sul triennio 2024-2027, tutti gli scenari: non si escludono sorprese

01-10-2023 13:40

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Dopo una lunga pausa riflessiva la trattativa per i diritti tv di serie A entra nel vivo. Venerdì 6 ottobre andrà in scena un nuovo giro di trattative private tra la Lega, la commissione dei club e i tre broadcaster rimasti in corsa, ovverosia DAZN, Mediaset e Sky, per cercare di trovare la quadra superando i 900 milioni di euro di incassi annui ma gli scenari che si prospettano sono diversi.

Ad oggi la Lega incasserebbe 870 milioni

A metà ottobre verrà presa una decisione dalla Lega che sta già facendo i conti: sommando l’importo delle offerte dei tre broadcaster interessati, la cifra raggiunge quota 870 milioni di euro. Sky ha messo sul tavolo 100-110 milioni, una cifra in aumento rispetto al triennio attuale. Mediaset è intorno a 60 milioni per una diretta in chiaro a giornata. DAZN è invece arrivata a quota 700 milioni.

Lotito e De Laurentiis nella commissione che deve decidere sui diritti tv

La Lega punta a superare il miliardo e le trattative si preannunciano caldissime. Sono cinque i componenti della commissione di dirigenti e presidenti che tratterà con le emittenti, insieme all’amministratore delegato della Lega Luigi De Siervo. L’Atalanta con l’AD Luca Percassi, l’Inter con il legale del club Angelo Capellini; la Lazio con il patron Claudio Lotito, il Napoli con il presidente Aurelio De Laurentiis e l’Udinese con il vicepresidente Stefano Campoccia.

Nel caso in cui anche stavolta l’assemblea decida di non procedere con l’assegnazione, è possibile che si vada verso lo stop alle trattative con i broadcaster, procedendo con l’apertura delle sei manifestazioni di interesse arrivate in via Rosellini per la realizzazione del canale di Lega.

Come funzionerebbe il canale di Lega

Come funzionerà il canale di Lega? Su calcioefinanza.it si legge che in caso di realizzazione, è previsto che il canale venga distribuito per dieci stagioni (fino al 30 giugno 2034) e che l’importo minimo garantito sia pari a 1,2 miliardi di euro, con un meccanismo di revenue share. Il canale sarebbe basato su un palinsesto che comprende dirette, differite, repliche e sintesi nonché immagini salienti e immagini correlate di tutti gli eventi delle competizioni e altri contenuti.

È prevista una programmazione 24 ore su 24, che durante la settimana – da lunedì a venerdì – prevede principalmente repliche, studi live e altri format da definire (il lunedì sera è prevista una partite, mentre da martedì a venerdì studi live dalle 20.30).

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Milan - Atalanta

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...