Virgilio Sport

Dominik Paris, 10 curiosità sul re dello sci azzurro

Carriera, passioni e ambizioni del campione altoatesino che a 18 anni ha fatto il pastore in un alpeggio per ritrovare se stesso.

Pubblicato:

È originario di Ultimo, un paesino della provincia di Bolzano, ma spesso arriva primo. Il gioco di parole è quasi scontato, anche se di scontato non c’è nulla nei successi di Dominik Paris, terzo italiano per numero di vittorie in Coppa del Mondo alle spalle di due mostri sacri come Alberto Tomba e Gustav Thoeni. Tutto quello che ha ottenuto è frutto di un allenamento e di una preparazione maniacali, oltre che di una passione per lo sci che coltiva da quando era bambino.

Dominik Paris, vita e successi

Nato a Merano il 14 aprile 1989, sotto il segno dell’Ariete, Dominik ha iniziato a sciare a tre anni sotto l’egida del padre, maestro di sci, e a sei era già in gara nei trofei riservati ai più piccoli. Specialista della velocità, in forza al gruppo sportivo dei Carabinieri, dopo le prime apparizioni in Coppa Europa ha esordito in Coppa del Mondo nel dicembre del 2008, nel SuperG della Val Gardena. La prima vittoria in Cdm il 29 dicembre 2012 nella discesa sulla pista Stelvio, a Bormio. Si è laureato campione mondiale di SuperG ad Are nel 2019, dopo l’argento nella discesa di Schladming del 2013. Nella stagione 2019-2020, quando era in piena corsa nella classifica generale di Coppa del Mondo, la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro lo ha tagliato fuori dal possibile trionfo.

Dominik Paris e i social

Dominik Paris è un classico ragazzo di montagna, schietto e genuino, ma piuttosto riservato. Sui social invece è apertissimo. Il suo profilo Instagram può contare su centinaia di migliaia di followers, molto curata è anche la pagina personale su Facebook. Il campione altoatesino ha anche un sito internet, in italiano e in tedesco, che si può consultare cliccando QUI.

Il profilo Instagram di Dominik Paris

La pagina Facebook di Dominik Paris

Dominik Paris, curiosità

La passione per la musica, la sua squadra del cuore, quella volta che per rimettere la testa a posto è andato a vivere in una malga: ecco alcune curiosità sul campione di discesa libera e SuperG Dominik Paris.

  1. La musica – Va pazzo per l’heavy metal, il suo mito è Phil Anselmo dei Pantera. Ma gli piacciono pure Metallica e Shinedown e non disdegna il rock.
  2. La band – L’amore per la musica è talmente forte che fa parte di una band, come vocalist e chitarrista: i Rise of Voltage. Con loro, che nel 2018 hanno lanciato il loro primo disco – Time – è stato anche in tournée.
  3. Il tatuaggio Il tattoo più significativo ce l’ha sul polpaccio e contiene un ariete, suo segno zodiacale, un paio di sci e una chitarra elettrica.
  4. Il rifugio – La sua casa è a Santa Valburga, proprio alla sommità di un cocuzzolo con ampia vista panoramica sulla Val d’Ultimo. È qui che, libero dagli allenamenti o dai ritiri, Dominik si rifugia con la compagna e i due figli.
  5. I boschi – Nel tempo libero Paris ama fare lunghe passeggiate nei boschi, un’occasione per riflettere e trovare la giusta concentrazione.
  6. Gli hobby – Tra le passioni di Dominik c’è pure la mountain-bike. A casa, poi, ha una bellissima palestra, che utilizza per tenersi in allenamento. Inoltre ha anche un laboratorio per lavorare il legno.
  7. La squadra del cuore – Il calcio non è in cima alle sue passioni, ma ogni volta che può Dominik si tiene aggiornato sulle vicende del Milan. Dove vive il segnale satellitare non prende, quindi spesso deve arrangiarsi con internet o radioline.
  8. La pista preferita – Sulla pista di Bormio ha ottenuto la prima vittoria in coppa e nel 2020 ha conquistato una straordinaria doppietta. La pista del cuore, però, è la leggendaria Streif di Kitzbuhel, dove pure ha trionfato in più occasioni.
  9. La bacheca – In casa fanno bella mostra le coppe e i trofei vinti nel corso della carriera. Ma Dominik è molto ambizioso, tanto che ha lasciato libera una parte piuttosto ampia della parete: servirà ad accogliere i trofei che verranno.
  10. La malga – Il momento più difficile della carriera di Dominik è stato a 18 anni. Troppi svaghi, troppa voglia di divertirsi, poca di allenarsi. E allora, d’accordo col padre, ha pensato di ritrovare se stesso andando a lavorare come pastore insieme a due amici in quota, in una malga, assieme a 120 mucche. Sveglia alle 3.30, allenamenti nel pomeriggio, a letto alle 22. E dall’alpeggio è venuto giù un campione.

Dominik Paris, 10 curiosità sul re dello sci azzurro Fonte: Ansa

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...