Virgilio Sport

Eredità Berlusconi: Galliani si aggrappa al Monza in attesa della decisione di Fininvest sulla candidatura

Gli scenari sulla successione: le ripercussioni sull'impero mediatico, finanziario e calcistico di Berlusconi. Il messaggio di Galliani agli eredi

Ultimo aggiornamento 22-12-2023 10:37

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

In questo limbo di attese, indiscrezioni, figure che riemergono da un recente passato a una settimana dalla morte di Silvio Berlusconi, Adriano Galliani prosegue nell’affidare riflessioni, dichiarazioni e sentimenti a messaggi che disegnano nuovi scenari. Per lui, fido collaboratore oggi al Monza calcio e destinato a ricoprire un ruolo in politica, ad occupare quel seggio che fu di Berlusconi proprio nel collegio di Monza.

E forse anche un ruolo differente, in attesa del 29 giugno (inizialmente si parlava, stando a indiscrezioni, del 26), giornata che segnerà l’apertura del testamento del principale azionista di Fininvest e fondatore di Forza Italia, nonché ex presidente del Milan e patron del Monza.

Monza, Galliani e l’invito agli eredi Berlusconi

Al Corriere della Sera, Galliani ha affidato le sue sensazioni a giorni di distanza dalla scomparsa del proprietario del Monza, amico e autore della sua svolta professionale come ha affermato egli stesso.

“Ho un grande dolore nel cuore, ma ho ripreso le trattative di mercato perché, conoscendo bene il mio amico, mai avrebbe voluto che stessi qui a piangermi addosso”. Insomma, Galliani starebbe preparando la fase conclusiva che porterà a disegnare la squadra del prossimo anno mentre i rumors sul suo futuro aumentano, come se ad attivarli fosse un generatore automatico di ipotesi, scenari, eventualità che, però, sono legate a doppio filo a Fininvest e alla politica.

Quel seggio in Senato potrebbe essere suo, dopo la decisione di Paolo Berlusconi di non esporsi e di affidare a una figura terza, vicina ma non proveniente dalla famiglia, questo compito. I 5 figli di Silvio non mostrano alcun interesse, evidente, nei riguardi della politica e Marina si sarebbe solo occupata di tutelare le aziende, schermarle da eventuali attacchi dei quali vi abbiamo parlato e che vertono, inevitabilmente, su Vivendi che avrebbe già manifestato interesse per Mediaset (e Tim).

Ma quando si narra dell’attuale assetto del Monza, è impossibile non evidenziare quanta poca centralità abbia la società rispetto alle priorità di Marina, Pier Silvio, Barbara, Eleonora e Luigi e delle loro attività.

Fonte:

Adriano Galliani con Sacchi e Braida

Il bilancio e il mercato

Il Monza, dal momento dell’acquisizione nel settembre del 2018 a oggi, è costato complessivamente a Silvio Berlusconi e alla Fininvest 192,8 milioni di euro considerando, oltre agli investimenti per le campagne acquisti, anche le spese necessarie per l’ammodernamento dell’U Power Stadium e del centro sportivo di Monzello.

Il bilancio segna un rosso che ammonta a circa 65,4 milioni e il nodo cruciale dei riscatti obbligatori che vertono su 5 giocatori quali Petagna, Caprari, Pessina, Cragno e Pablo Marí. Cifre notevoli, posto che i nomi fatti hanno prospettive di mercato innegabili, rispetto ad altri compagni.

Secondo quel che riferisce il Corsera, comunque non c’è fretta. Non ci sono state pressioni su Galliani che attende il via libera da Fininvest (e dunque dai 5 eredi e dai principali alleati) per procedere in qualsiasi direzione.

Fonte: ANSA

Il feretro di Silvio Berlusconi

Il presente: socio e cordate

Il Monza sarebbe in vendita, è inevitabile e comprensibile almeno stando alle mosse fino ad ora dei 5 Berlusconi che hanno deciso di concentrare le loro competenze e le loro risorse sulle imprese di maggior centralità: Mediaset, Mondadori (che ha subito già una piccola riorganizzazione) e poi la società che Luigi sta gestendo con oculata attenzione, diversificando gli interessi e gli investimenti.

Evangelos Marinakis che pure è stato ricevuto ad Arcore nei mesi scorsi e già possiede quote dell’Olympiacos e del Nottingham Forest.

Il ruolo e il messaggio di Galliani

“Io resto al Monza finché mi sarà consentito”, ha sottolineato Galliani. “Mio padre mi portò a vedere Monza-Cagliari il giorno di san Giuseppe. Si figuri se lascio la società se non sarà Fininvest a chiedermelo”.

Non c’è fretta, come si intende nel rassicurante comunicato di Fininvest che nulla accenna di concreto sulla cessione del club brianzolo, ma questo invito a esternare neanche troppo velato vale un appello a chiudere i giochi quanto prima. E a pianificare le prossime azioni. Anche per quel che riguarda il Monza.

Eredità Berlusconi: Galliani si aggrappa al Monza in attesa della decisione di Fininvest sulla candidatura Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...