Virgilio Sport

Eredità Berlusconi, il post testamento: rumors sul dossier Monza, il ruolo di Galliani e l'incarico alla banca Lazard

Il futuro del Monza dopo l'apertura del testamento di Silvio Berlusconi e l'ultima indiscrezione sul ruolo della banca d'affari Lazard

11-07-2023 11:55

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Alla vigilia del trigesimo, quanto scaturito dall’apertura del testamento di Silvio Berlusconi – fondatore di Fininvest e di Forza Italia – ha innescato le inevitabili e prevedibili conseguenze sul piano della ripartizione delle aziende, dei beni immobiliari, delle proprietà e quegli oggetti frutto di collezioni o meno che hanno una loro innegabile centralità nelle decisioni che verranno e che sono legate all’immediato futuro.

Di Fininvest, di Mediaset, di Mondadori come del Monza, la società rilanciata e promossa in A, e ad esempio le copie delle Coppe Campioni presenti a Villa San Martino.

Cessione Monza: l’annuncio di Pier Silvio Berlusconi

Ora che si va delineando sempre con la dovuta cautela il perimetro che verrà, Pier Silvio Berlusconi, presidente di Mediaset, è intervenuto per rassicurare anche sul club brianzolo – ultima creatura del padre Silvio – e mantenere dunque un adeguato livello di calma attorno a quell’operazione che pare inevitabile e su cui in queste ore ha fornito nuovi dettagli Il Sole 24 ore.

Il dossier Monza: l’indiscrezione

Stando a quanto riferito dall’autorevole quotidiano specializzato, dopo il Milan, la As Roma, la Fiorentina, lo Spezia, il Genoa, l’Atalanta e la recente vendita della Triestina, ceduta al fondo Usa Lbk Capital, anche il dossier del Monza, attualmente controllato da Fininvest, è finito sul tavolo di alcuni gruppi statunitensi.

Una anticipazione che conferma, dunque, l’intenzione degli eredi di Berlusconi di concentrare la loro attività, sia di Marina sia di Pier Silvio sia dei fratelli nati dal matrimonio con Veronica Lario, sulle attività e le aziende core.

Dunque i rumors che riportavano all’attenzione dell’imprenditore greco Evangelos Marinakis, già proprietario dell’Olympiakos e del Nottingham Forest, il Monza sarebbero avallate anche se di concreto vi è ancora poco. Ma in questa fase non potrebbe essere altrimenti: l’operazione sul club brianzolo è in fase iniziale e al lavoro, secondo le indiscrezioni, sarebbe la banca d’affari Lazard, che dovrebbe stendere il dossier utile agli eventuali investitori.

La pista Red Bull

Dicevamo che la questione non è propriamente inedita. Ora a farsi strada è la possibilità di un arrivo della Red Bull, che dopo aver investito in Formula 1, da anni ha indirizzato gli investimenti verso il calcio incominciando con il Lipsia e con il Salisburgo, due società distinte e nel pieno rispetto delle regole Uefa per quel che attiene all’iscrizione alle competizioni sotto la sua egida.

Una questione che ha interessato, di recente, proprio il Milan e RedBird.

Il silenzio su Galliani e il Monza

A Adriano Galliani, fido collaboratore di Silvio Berlusconi, è affidata la gestione corrente del Monza: non vi sarebbe menzione alcuna nel testamento nei riguardi dell’ex ad del Milan, cosa che fa pensare che il Cavaliere abbia voluto che siano i figli a decidere sul club.

Fonte: ANSA

Berlusconi e Galliani

Le 5 Coppe dei Campioni

Le 5 riproduzioni delle Coppe Campioni, conservate a Villa San Martino ad Arcore, sono marginali, rispetto a quel che abbiamo riportato, ma rimangono oggetto di domanda. Sono cinque repliche dei trofei vinti da presidente del Milan e considerate, dall’ex presidente del Consiglio, una delle prime cose da mostrare quando introduceva i suoi ospiti alle meraviglie della sua residenza.

Sigilli storici di un’epoca che si affiancano alla collezione d’arte, ai suoi motoscafi e le barche e i beni che sono inclusi nelle proprietà.

La sorte del Monza

Sul Monza, infine? Non vi è ancora nulla di certo, da offrire. Adriano Galliani prosegue la sua personale gestione anche in termini di calciomercato senza scosse e senza eccessivo clamore.

Fonte:

Adriano Galliani con Sacchi e Braida

Il Monza sarebbe in vendita, o almeno alla ricerca di un socio in attesa di un passaggio che potrebbe avvenire con il tempo. E quel che riporta Il Sole 24 ore ieri sembrerebbe confermare questo indirizzo. Mediaset, Mondadori (che ha subito già una piccola riorganizzazione) e poi la società che Luigi sta gestendo con oculata attenzione, diversificando gli interessi e gli investimenti occupano – e molto – gli eredi.

Il primo segno concreto, post apertura testamento è stato l’annuncio ufficiale – sul sito del Monza – della nascita del trofeo “Silvio Berlusconi” che vedrà contrapposta alla squadra brianzola il suo Milan.

“Nel nome di Silvio Berlusconi, AC Monza e AC Milan annunciano la scelta di istituire il ‘Trofeo Silvio Berlusconi’, un’amichevole che i due Club amati dal Presidente disputeranno ogni anno e la cui prima edizione si terrà l’8 agosto. La sfida sarà Monza-Milan, all’U’Power Stadium di Monza, con calcio di inizio alle ore 21. Nelle stagioni successive ci sarà un’alternanza degli stadi dei due Club in cui sarà disputato il match”.

Il bilancio e il mercato

Il Monza, dal momento dell’acquisizione nel settembre del 2018 a oggi, ricordiamo che ha dato i suoi onori e anche diversi oneri: il club a Silvio Berlusconi e alla Fininvest è costato 192,8 milioni di euro considerando, oltre agli investimenti per le campagne acquisti, anche le spese necessarie per l’ammodernamento dell’U Power Stadium e del centro sportivo di Monzello.

Galliani, che pure pare attivo e presente sul mercato in questo avvio della sessione estiva è, però, anch’egli in attesa di sapere e di comprendere se i cinque figli di Berlusconi cederanno il club brianzolo, ultima invenzione del Cavaliere, come parevano intenzionati a fare anche prima dell’apertura del testamento.

Eredità Berlusconi, il post testamento: rumors sul dossier Monza, il ruolo di Galliani e l'incarico alla banca Lazard Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...