SPORT
  1. Home
  2. ESPORT

ESports: 5 mosse per diventare gamer professionisti italiani

Trasformare i videogame in un lavoro? Negli sport elettronici si può, ma il talento da solo non basta

A chi non piacerebbe essere gamer professionisti italiani e guadagnare giocando ai videogame? Passare la maggior parte della nostra giornata a fare qualcosa che ci appassiona, dedicandogli tutto il nostro tempo e la nostra energia, trasformando un’attività che per molti è solo un passatempo, in un vero e proprio lavoro. Diventare professionisti nel settore degli eSports, però, non è così facile come si può pensare. Già, perché non avere dei requisiti ‘fisici’ da raggiungere per competere, fa credere che l’accesso a queste discipline, appunto, virtuali, sia più facilitato.

Non è così. Il talento da solo non basta.

Da dove cominciare per diventare gamer professionisti italiani? 5 consigli da seguire:

  1. Scegliere il genere di eSport nel quale si vuole competere: come tutti gli ambiti professionali, così anche negli sport elettronici, è bene focalizzarsi sul settore per il quale si è più predisposti e concentrarsi principalmente su quello.
  2. Allenarsi seriamente, cercando di posizionarsi al meglio nelle classifiche e aumentando di grado nelle partite “ranked” online (ci sono alcuni sistemi, come per esempio Hearthstone o LoL, che prevedono la selezione dei giocatori direttamente dal client).
  3. Entrare a far parte di un team. Si può iniziare con un gruppo di amici che gioca a livello amatoriale. Poi può accadere, proprio come negli sport tradizionali, che qualcuno noti un bravo gamer e lo arruoli nella propria squadra.
  4. Farsi notare dalla community, come Facebook o Youtube. È proprio grazie a queste ‘organizzazioni’ virtuali che nascono le Org, società che possono tesserare i giocatori, vendere merchandise e, appunto, lavorare molto sui social.
  5. Partecipare ai tornei per conoscere il proprio avversario. Più importante è la portata del torneo, più sarà importante la vostra performance.

Per gli amanti del videogame, oltre a diventare gamer professionisti italiani, è anche possibile conseguire una laurea presso l’Università del Videogioco, attraverso un percorso formativo completo. La LINK Campus University insieme alla VIGAMUS Academy offre la possibilità ai propri studenti di trasformare una passione in un vero e proprio programma di studio. Lezioni, laboratori e incontri per conoscere il mondo dell’industria dei videogame in tutta la sua evoluzione.

HF4 | 02-05-2018 16:36

ESports: 5 mosse per diventare gamer professionisti italiani Fonte: Funweek

SPORT TREND