Virgilio Sport

Eurolega Virtus Bologna-Alba Berlino: formazioni e ultimissime. Banchi vuole la prima vittoria casalinga

Dopo un ottimo inizio di stagione, la Virtus Bologna stasera va a caccia della prima vittoria stagionale in casa in Eurolega contro l'Alba Berlino di Procida e Spagnolo

18-10-2023 15:00

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Bologna c’ha preso gusto, e adesso non vuole più fermarsi. Senza freni in campionato (tre vittorie su altrettante gare disputate), con una Supercoppa in bacheca e una vittoria roboante a Monte Carlo di cui far sfoggio, stasera le Vu nere scendono in campo al PalaDozza contro l’Alba Berlino (ore 20,30, diretta Sky Sport e Dazn) in una sorta di derby a tinte azzurre, perché in casa tedesca giocano (e pure tanto) Gabriele Procida e Matteo Spagnolo, decisi a rendere complicata la serata a coach Luca Banchi e ai suoi ragazzi.

Che pure, per quanto visto nelle 7 gare stagionali sin qui disputate (l’unica persa, di tre punti, contro lo Zalgiris un paio di settimane fa), hanno fatto capire di essere eccome sul pezzo. Una squadra che viaggia convinta dei propri mezzi e che contro la formazione berlinese punta a centrare la prima vittoria casalinga della sua campagna continentale, buona per cominciare a ingranare a piene marce anche in campo europeo.

Radici nel passato e sguardo al presente

Banchi però sa bene che queste sono le partite più infide. “La sconfitta contro Kaunas ci ha detto chiaramente quanto sia difficile affrontare ogni singola partita di Eurolega. Ci deve servire da motivazione per spingerci ancora più in là con la voglia e la determinazione. La nostra è una squadra che affonda le radici nel passato, che ha un suo vissuto, ma che deve comunque crescere ancora prima di potersi considerare al passo con le migliori d’Europa. Le vittoria aiutano a prendere fiducia ed autostima, anche a infondere coraggio e consapevolezza nei propri mezzi, per questo dico che i prossimi 40’ saranno molto importanti. Tra l’altro arrivano nel cuore di una settimana molto intensa, cominciata venerdì scorso con la vittoria di Monaco, proseguita con la buona prestazione offerta a Trento e destinata a concludersi con gli impegni con la Stella Rossa (venerdì) e la Dinamo Sassari (domenica). Tante partite ravvicinate che prosciugano le energie, e considerando che siamo abbastanza contati questo è un pericolo di cui dovremo tener conto”.

Polonara no, Cacok sì

Al solito, infatti, la Virtus non avrà a disposizione Polonara, che attende ancora di conoscere i tempi di recupero dopo l’intervento effettuato una settimana fa per la rimozione di una neoplasia testicolare. Probabile che nei 12 da portare in lista non ci saranno Mascolo e Menalo, con la conferma della squadra già ammirata qualche giorno fa nel Principato.

Conferma che implica anche la presenza di Devonta Cacok, finito un po’ sul banco degli imputati dopo qualche prova in chiaroscuro nelle ultime settimane. “Ma i panni sporchi me li lavo in casa. Cacok deve darci più energia, è stato preso per quello, ma sulle sue doti e soprattutto sul suo impegno non mi permetto di aggiungere altro. Deve sapere però che deve sudare, e tanto, per questa maglia, cercando di migliorare giorno per giorno”.

L’ago della bilancia: Johannes Thiemann

L’Alba di coach Israel Gonzalez non ha cominciato bene la sua stagione europea, cedendo all’esordio contro il Bayern (in trasferta) e poi perdendo in casa in un finale abbastanza tirato contro il Baskonia. Come detto, Procida e Spagnolo si stanno ritagliando i loro spazi: hanno giocato entrambi 20’ nell’ultima sfida persa contro i baschi, andando entrambi in doppia cifra. L’ago della bilancia del berlinesi il più delle volte risponde però al nome di Johannes Thiemann, fresco campione del mondo con la maglia della nazionale tedesca, autore peraltro di una doppia doppia da 13 punti e 10 rimbalzi nell’ultima sfida europea.

Chiaro che l’Alba, dopo le due battute d’arresto iniziali, non può permettersi ulteriori passi falsi: a Bologna saranno fondamentali le percentuali dall’arco e soprattutto la lotta a rimbalzo, che ha visto i berlinesi soccombere senza appello contro il Bayern (42-17!) e anche contro il Baskonia (39-31). Per questo Banchi ha fatto capire di aspettarsi molto dai suoi centri: vincere la battaglia sotto canestro potrebbe rivelarsi già alla stregua di un volano per andare a prendere la prima W casalinga della stagione.

L’Eurolega delle altre

La terza giornata di Eurolega ha confermato sin qui il trend delle prime giornate, con le due spagnole (Barça e Real) che continuano a viaggiare a punteggio pieno. Pesante soprattutto la vittoria dei catalani in casa del Partizan, figlia di una clamorosa percentuale del 40% da tre punti (e Laprovittola si regala una serata da mattatore con 20 punti).

Stasera il duo di testa potrebbe diventare un trio se anche Valencia dovesse confermare quanto di buono fatto vedere nelle prime due uscite, ma la sfida contro il Maccabi Tel Aviv è certamente densa di significati, con gli israeliani pronti a tornare in campo dopo lo stop forzato dovuto allo scoppio del conflitto israelo-palestinese.

L’altra gara di serata mette di fronte la Stella Rossa e il Monaco, due squadre che sin qui hanno fatto un po’ più fatica a uscire dai blocchi. Ieri invece è arrivato il primo squillo stagionale anche per l’Efes Anadolu, che contro il Villeurbanne ringrazia la serata di vena di Clyburn (19 punti) e Larkin (18) riprendendo la corsa dopo i due ko. iniziali.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...