Virgilio Sport

Europei Volley, Francia: N’Gapeth e l'accusa pesantissima all'arbitro dopo la sconfitta contro l'Italia

Earvin N’Gapeth attacca l'arbitro della semifinale di Eurovolley per l’ultimo pallone giocato al servizio, che il giudice di sedia ha visto fuori e su cui Andrea Giani non ha potuto chiedere il check

16-09-2023 10:19

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

L’hanno presa male in Francia, soprattutto Earvin N’Gapeth: quell’ultimo pallone scagliato dal talento transalpino, che il giudice di sedia ha visto fuori e che Andrea Giani non è potuto andare a vedere (aveva finito le chiamate al video check, sprecandone una abbastanza banalmente per un attacco chiaramente fuori di Boyer), ha mandato di traverso la serataccia del PalaEur, con l’Italia che grazie al 3-0 rifilato alla nazionale d’Oltralpe s’è presa con merito l’atto conclusivo di EuroVolley.

Una chiamata mancata, quella sul servizio di N’Gapeth, che in Francia hanno accolto alla stregua di un mezzo “tradimento”, quando in realtà l’unico appunto che si può muovere al giudice di sedia è di non aver ritenuto opportuno andare a rivedere al video check l’azione incriminata (avrebbe potuto farlo, a differenza dei francesi). Da qui l’accusa più “pesante” mossa direttamente da N’Gapeth a mezzo social: interdizione a vita per l’arbitro, la serba Stanislava Simic.

Cosa dice il regolamento

La story postata dal fuoriclasse transalpino ha avuto una grossa risonanza non soltanto sui social, ma in generale anche tra i media francesi. Chiaro che l’errore dell’arbitro è evidente: il frame ripreso da un video mostra chiaramente come la palla pizzichi la linea dei 9 metri, e pertanto una revisione da parte della Simic avrebbe portato alla nuova parità sul 24.

Il fatto però è che l’arbitro non era più nelle condizioni di chiamare la revisione dell’azione: il regolamento CEV infatti non prevede l’adozione di un instant/replay per andare a rivedere una chiamata già effettuata, a differenza di quanto accade a livello FIVB.

Cosa avrebbe potuto fare l’arbitro

La Simic avrebbe potuto prendere tempo e non decidere sull’assegnazione o meno del punto a favore dell’Italia, preferendo affidarsi al video check per dirimere la questione.

Ma una volta effettuata la chiamata, con la Francia rimasta senza challenge, non poteva più tornare indietro, e pertanto gli azzurri hanno potuto esultare pur restando col dubbio se il pallone avesse o meno toccato la riga.

La reazione – esagerata – dei francesi

Il frame proposto da N’Gapeth non è ad alta risoluzione, e si presta dunque a diverse interpretazioni. In linea di massima però ci può stare l’idea che la palla avesse effettivamente pizzicato la linea, anche se la controprova non si potrà mai avere.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Daniela Tarantini (@danytara69)

Di sicuro lo sfogo del giocatore, che certo a EuroVolley non ha brillato per continuità e capacità di incidere sulle partite, appare abbastanza esagerato: interdire a vita un arbitro per una chiamata in una situazione notevolmente sbilanciata a favore di una squadra piuttosto che un’altra (l’Italia era pur sempre avanti 2-0 e 24-23) somiglia quasi a una giustificazione postuma per provare ad addurre un alibi a una prestazione al di sotto delle attese.

La story di N’Gapeth è solo l’inizio?

Chiaro che la delusione dei francesi è stata grande, pensando poi al fatto che per il secondo anno consecutivo dopo il mondiale 2022 si sono visti sbarrare la strada dagli azzurri (allora ai quarti). L’appuntamento per la rivincita, però, in fondo è dietro l’angolo: Parigi 2024, l’olimpiade del destino, quella che l’Italia del volley vuol colorare d’oro dopo troppe edizioni dei giochi finite male.

La Francia già da di essere qualificata come paese ospitante, Giannelli e compagni dovranno farlo passando per il preolimpico in Brasile a fine mese, ma tutto lascia presagire che quella story di N’Gapeth sarà il pretesto per molte altre sfide (anche dialettiche) da qui al prossimo luglio. Farle però con un oro europeo al collo non sarebbe affatto male, vero ragazzi?

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...