Virgilio Sport

F1, il dubbio sulla Ferrari di Carlos Sainz: verso il cambio di power unit, le penalità

Cambiamenti possibili per la Ferrari di Carlos Sainz sulla pista di Monza: il pilota potrebbe andare incontro a penalità come da regolamento e già accaduto a Charles Leclerc

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

L’indiscrezione serpeggia ormai da qualche ora con maggiore insistenza, complice il clima di attesa che accompagna le Ferrari alla prova del GP di Monza sul circuito che compie i suoi primi 100 anni: la Scuderia di Maranello corre a casa, con Sainz che potrebbe incappare in una penalità in caso di sostituzione della power unit, eventualità non così remota come ha ipotizzato Sky Sport.

Power unit e affidabilità: il cruccio Ferrari

Si valuta e si attende la decisione definitiva, relativa alla monoposto che verrà perfezionata per il pilota spagnolo della Ferrari, come già avvenuto per il compagno di scuderia.

Gli ingegneri, sotto la guida del team principal Mattia Binotto, hanno già intrapreso delle scelte assai drastiche. Hanno migliorato la power unit, ma ancora non è stato centrato l’obiettivo affidabilità, grande cruccio e limite di questa stagione per le Rosse rispetto alle Red Bull, decisamente più veloci.

Insomma, il salto di qualità registrato nell’ultimo biennio non hanno determinato il raggiungimento degli obiettivi di affidabilità indispensabili a garantire le prestazioni – e i risultati – che a questo punto del Mondiale la stessa Ferrari ambisce a toccare per migliorare ancora ove possibile una vettura straordinaria, ma ancora imperfetta.

Tant’è che nella rotazione del propulsori termici e delle altre componenti della power unit sono stati inseriti nuovi pezzi per poter proseguire la stagione di F1 ai livelli attesi.

Il precedente di Leclerc in Belgio

Charles Leclerc è stato chiamato a fare i conti con una penalità che, da regolamento, sancisce la volontà di imprimere quella svolta con una power unit completa: ricordate il GP del Belgio? Ecco, allora quella scelta fu dettata dall’esigenza di tentare di superare quei “vizi” se così li possiamo definire che erano evidenti.

Leclerc, sebbene meno veloce delle imprendibili Red Bull, è riuscito a rimontare comunque riuscendo a contenere i danni soprattutto nei confronti delle Mercedes e della loro rimonta nel Mondiale Costruttori. Anche allora venne ipotizzata l’estensione di questi miglioramenti alla Ferrari di Sainz e così potrebbe essere a Monza, in occasione del GP.

La scelta per Sainz a Monza

Secondo quanto riferisce Sky Sport, in Ferrari si starebbe valutando seriamente l’idea di far partire dalle file arretrate Sainz e di fargli scontare la penalità per poi tentare una grande rimonta in pista. In effetti a margine del Gran Premio d’Olanda, Binotto aveva ammesso – tra le righe – che lo spagnolo sarà costretto a introdurre una nuova power unit a breve per poter concludere la stagione.

“Oggi ci sono stati problemi di affidabilità su molte vetture, non solo su quelle motorizzate Ferrari. I problemi li abbiamo avuti noi in passato e li ha avuti la Red Bull col cambio venerdì, mentre Perez oggi ha cambiato motore. Da qui alla fine toccherà anche a noi sostituire la power unit e scontare penalità. Quando lo fare è ancora decidere. Analizzeremo tutto e cercheremo di fare la scelta migliore”, aveva detto Binotto.

Dalla sua Carlos Sainz ha confermato questa intenzione da parte del Cavallino Rampante su un tracciato che si presta favorevolmente a questo obiettivo e che consentirebbe, poste le qualità e lo stile di guida dello spagnolo su questa Rossa, un recupero in corso d’opera, posizione su posizione:

“So che abbiamo nel piano di montare una nuova power unit presto. Quello ci risparmierà anche un paio di chili, perché siamo ancora sovrappeso. Speriamo che possa darci più passo in qualifica e in gara rispetto a Max (Verstappen) e Charles”.

Le penalità che potrebbe scontare il pilota

Le possibilità penalità a cui andrebbe incontro Sainz sono:

  • un arretramento di 5 posizioni in caso di utilizzo di un solo ibrido,
  • mentre qualora si optasse per la sostituzione di tutta la power unit allora lo spagnolo scatterebbe dal fondo della griglia.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...