Virgilio Sport

F1, Ferrari: Sainz e Leclerc lanciano un messaggio perentorio

I due piloti della casa di Maranello alla vigilia della tre giorni del Gran Premio del Bahrain giocano a carte scoperte: la loro macchina parte per vincere.

17-03-2022 17:56

I piloti della Ferrari Carlos Sainz e Charles Leclerc sono stati intervistati da Sky Sport alla vigilia della tre giorni del Gran Premio del Bahrain, che tra domani e domenica, con prove libere, qualifiche e gara, aprirà il campionato del mondo di Formula 1 2022.

Ferrari, Sainz: “Partiamo per vincere”

Il primo a parlare è Carlos Sainz, che si appresta a vivere la sua seconda stagione da pilota della casa di Maranello.

“Sto bene, fa leggero freddo qui ed è strano. Ma le cose dovrebbero migliorare da domani. Nei test siamo stati costanti e non abbiamo avuto problemi. La macchina è solida e abbiamo imparato tantissimo in questi sei giorni, sfruttando al meglio il tempo. Per capire dove siamo abbiamo aspettato mesi, dobbiamo solo aspettare un altro giorno. La Ferrari deve puntare alle vittorie. Non sappiamo dove siamo, ma l’obiettivo della Ferrari è lottare per vincere”.

Poi, alla domanda sulla battaglia tra lui e Verstappen durante i test prestagionali sul circuito del Sakhir, Sainz ha risposto così:

“Quel giorno la Red Bull ha sorpreso un po’ tutti. Ho visto molti dati e sembrava molto forte. Max ha fatto pochi errori, lui sembra fiducioso. Ripeto, difficile capire dove siamo, ma domani si saprà di più. Red Bull e Mercedes hanno impressionato con le loro soluzioni diverse, ma di sicuro avranno detto lo stesso vedendo la nostra macchina”.

“Ci preoccupa però il vento che c’è qui: c’era nei test e c’è ancora in questi giorni. Ma è un problema che riguarda tutti, pensavamo che la sensibilità al vento fosse minore con le nuove monoposto. Non spaventa, ma va fatta attenzione. Se la battaglia fosse tra me e Charles? Lì cambiano le cose perché sai che stai per lottare con un compagno e magari passarlo in curva. Devi evitare casini. Sono cose a cui devi pensare, ma finora non abbiamo mai avuto problemi tra noi e continueremo a essere così”.

Sainz preferirebbe vincere a Imola o a Monza? E quanti Gran Premi vorrebbe vincere quest’anno? Ecco le risposte.

“Meglio vincere prima Imola perché arriva prima nel calendario. E poi anche Monza. Quanti Gran Premi? Beh, io ne vorrei vincere 24 (per ora in calendario ce ne sono 22 dopo la cancellazione del Gran Premio di Russia, ma l’obiettivo è arrivare ad averne 23 come in origine, ndr). Siamo carichi e con la voglia di far bene dopo due anni difficili. Sentiamo la responsabilità ma faremo di tutto per rendere felici i tifosi”.

Ferrari, Leclerc sulla stessa lunghezza d’onda di Sainz

Poi è il turno di Charles Leclerc, vincitore nel 2019 dei Gran Premi del Belgio e d’Italia al suo primo anno a Maranello ma che ora sta per affrontare il suo quarto mondiale con la scuderia del Cavallino Rampante.

“Sto benissimo per ora, domani vedremo. C’è tanta voglia di salire in macchina. C’è tanto lavoro dietro questa gara e ora, dopo i test, arriviamo al momento più atteso. Contava fare più giri possibile nei test e non abbiamo avuto problemi. Ci sono i saltellamenti che non abbiamo risolto, ma la cosa è migliorata. Finora tutto bene. Neanche io, come Binotto, firmo per un secondo posto. C’è ottimismo perché so quanto abbiamo lavorato per stare davanti e lottare”.

“Una vittoria è una vittoria, contro chi arriva, che sia Verstappen o un altro, non conta. Con queste macchine il pilota può fare la differenza soprattutto a inizio stagione se si adatta più velocemente di altri. Poi la situazione dovrebbe livellarsi. Dove preferirei vincere? Se dovessi scegliere, direi Imola come vittoria. Ma l’obiettivo stagionale è quello di vincerne almeno 5”.

Riguardo agli avversari di sempre, Red Bull e Mercedes, ecco la replica di Leclerc ha risposto così:

“Gasly dice che non ha visto bene la Mercedes? Non credo, quando metteranno tutto a posto saranno molto competitivi. Sono bravi a nascondere il loro potenziale. I tanti bloccaggi sono frutto di queste macchine sono molto diverse, la macchina è più pesante e si sente sul finire della frenata. Ho provato tanti stili di guida e forse ne ho scelto uno. Tra temperature e vento, però, cambia tutto”.

Conclusione all’insegna dell’ottimismo così come per Sainz:

“Tanta adrenalina per questa stagione e la Ferrari sarà più competitiva degli ultimi anni. E questo è un motivo in più per seguirla. Con tutto il lavoro fatto spriamo che i giorni migliori arrivino presto, a partire da questo weekend”.

 

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...