Virgilio Sport

F1 Gp Abu Dhabi, Verstappen non fa sconti, Leclerc felice, Sainz deluso: "Sono rimasto nel traffico"

Verstappen non fa sconti nell'ultima qualifica della stagione. Leclerc secondo e felice per il piazzamento in prima fila: "Non pensavo che sarei partito davanti".

25-11-2023 16:56

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Ha restaurato il potere anche nella giornata di sabato, Max Verstappen: la pole ottenuta ad Abu Dhabi certifica una volta di più la superiorità di una Red Bull che si appresta ad andare in vacanza con l’ennesimo trofeo da mettere in vetrina, in coda peraltro a una stagione piena di significati e di record.

La Ferrari però batte un colpo importante in chiave secondo posto nel mondiale: Charles Leclerc partirà in prima fila, cosa non scontata pensando ai problemi lamentati dalle rosse nel corso delle qualifiche, con Carlos Sainz rimasto impantanato nel traffico nel Q1 (partirà in ottava fila). Seconda fila per Oscar Piastri (McLaren) e George Russell (Mercedes), male Lewis Hamilton che ha chiuso undicesimo, fuori nel Q2. Male anche Sergio Perez, solo nono e a 7 decimi secchi dal compagno di squadra.

Verstappen vuol chiudere bene: “Ho trovato il feeling”

Max Verstappen a certe interviste a fine qualifiche ormai è abituato: con quella odierna fanno 12 in stagione, 34 in totale in carriera.

“Sino a questo momento non è stato un week-end semplice, perché abbiamo faticato a trovare l’assetto migliore. Poi però in qualifica le cose sono cambiate: sebbene la gomme scivolasse un po’, ho trovato subito un buon ritmo e penso che alla fine tutto è andato secondo i piani. Non so come andranno le cose domani, ma diciamo che ho trovato una certa armonia con la vettura. Sarebbe bello chiudere la stagione con un altro successo: è stata un’annata speciale, per certi versi irripetibile, e speriamo di completare l’opera con un’altra bella vittoria”.

Ferrari, Leclerc contento: “Prima fila non era scontata”

Charles Leclerc è consapevole che partire in prima fila non era una cosa così probabile fino a una manciata di minuti prima rispetto a quando ha fatto segnare il tempo che l’ha spedito alle spalle di Verstappen.

“Considerando quanto sia stata dura trovare una quadra in questo fine settimana, beh, direi che questa prima fila è davvero tanta roba. Sono molto contento perché a un certo punto ho temuto addirittura di non poter entrare né in Q2 e tantomeno in Q3, perché c’era molto traffico e i margini di errore erano minimi.

Partire davanti è fantastico, spero che possa darci l’opportunità di gestire bene le cose anche in chiave secondo posto nel mondiale costruttori, dato che Russell parte dietro di me. L’obiettivo è di mettere entrambe le nostre vetture davanti alle Mercedes, e pur sapendo che non sarà semplice cercheremo di dare fondo a tutte le nostre risorse. Ho fatto un bel giro all’ultimo tentativo, mi auguro che possa servire a portare a casa il risultato desiderato”.

Piastri vuole la perfezione: “Terzo posto? Sorpreso, ma…”

La McLaren di Oscar Piastri partirà dalla terza casella della griglia, col giovane pilota che ha saputo riscattare in coda alla Q3 una qualifica altrimenti in chiaroscuro.

“Ho fatto molti errori e ho rischiato di non entrare tra i 10 che si sarebbero poi giocati la pole. È stata una sessione difficile, ma onestamente un po’ tutte le squadre stanno facendo fatica in questa fase, perché è stato un week-end complicato per tutti e nelle libere i valori sono stati spesso stravolti. So che il passo gara è buono, sapevo che anche sul giro secco potevo dire la mia, ma dovevo soltanto evitare di commettere errori. Per fortuna alla fine ho pescato un buon giro, anche se non è ancora abbastanza per potermi ritenere del tutto soddisfatto”.

Sainz ammette l’errore: “Sono finito nel traffico”

Rimasto impantanato nella Q1, Carlos Sainz ammette di aver calcolato male i tempi di uscita.

“Ho commesso un errore abbastanza stupido, e sapevamo bene al muretto box che per accedere in Q2 avremmo dovuto essere perfetti, o quasi. Il finale della Q1 è stato complicato e la perdita di tempo dovuto al problema accusato all’ala anteriore mi ha fatto perdere tempo prezioso. Purtroppo nei primi due settori non sono riuscito a spingere come avrei voluto, e sebbene nel terzo settore ho migliorato sensibilmente, ciò non è bastato per avanzare alla Q2. Peccato perché vorrei aiutare la squadra nella rincorsa al secondo posto nel mondiale costruttori, ma dovrò cercare un altro modo per rendermi utile”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...