,,
Virgilio Sport SPORT

F1, GP Usa: Verstappen trionfa su Hamilton, Ferrari giù dal podio

L'olandese della Red Bull contiene la rimonta del sette volte campione del mondo della Mercedes e aumenta il suo vantaggio nella classifica mondiale a 12 punti. Gradino più basso del podio per Perez, quarta e settima le Ferrari di Leclerc e Sainz.

24-10-2021 22:48

Un superlativo Max Verstappen riesce ad arginare la rimonta negli ultimi giri di Lewis Hamilton e trionfa con la sua Red Bull nel Gran Premio degli Stati Uniti sul circuito texano di Austin, il regno del britannico e della Mercedes. Gradino più basso del podio per Sergio Perez con la seconda Red Bull. Quarta e settima le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Hamilton parte molto meglio di Verstappen che era in pole e cerca di chiuderlo contro il muro ma all’uscita della prima curva va largo e Lewis lo passa, seguono Perez, che alza il piede per far passare il suo compagno di squadra, Leclerc e Daniel Ricciardo che a metà giro con la sua McLaren ha superato Sainz subito in difficoltà con le gomme soft. Max nei primi giri riesce a stare attaccato a Lewis perché è potenzialmente più veloce, nelle retrovie si fermano Ocon e Latifi per cambiare la parte anteriore delle loro vetture.

Il primo a fermarsi per il cambio gomme è Alonso dopo solo otto giri, intanto Sainz viene superato anche da Lando Norris con la seconda McLaren ma poco dopo si riprende la posizione. Alla fine del decimo giro si fermano Verstappen e Norris, subito dopo tocca a Sainz e al dodicesimo giro è la volta di Perez e Leclerc. Al tredicesimo si ferma Hamilton e torna in pista alle spalle di Verstappen che ha inanellato tre giri velocissimi, le altre posizioni restano invariate.

L’ultimo dei big a fermarsi è un anonimo Bottas che è nono, mentre nelle retrovie gli ex campioni del mondo nonché ex compagni di squadra alla Ferrari Kimi Raikkonen e Fernando Alonso fanno a sportellate col finlandese che scavalca di forza lo spagnolo andando largo, e poco dopo la scena si ripete con l’altro pilota dell’Alfa Romeo Antonio Giovinazzi che deve restituire la posizione a Nando.

Davanti Hamilton si trova molto meglio con la gomma dura che con quella media e rosicchia a Verstappen alcuni dei sei secondi che aveva di margine, così alla fine della ventinovesima tornata Max si ferma per la seconda volta, seguito poco dopo da Sainz, e rientra alle spalle del suo compagno di squadra Perez che lo lascia nuovamente passare per poi fermarsi a sua volta un giro dopo il leader del mondiale.

Verstappen con le nuove gomme non forza cercando di risparmiarle perché Hamilton, che ha 15 secondi di vantaggio sull’olandese, potrebbe rimanere in pista fino alla fine della gara trovandosi in difficoltà, ma tutti i dubbi vengono fugati alla fine del trentasettesimo passaggio, 19 alla fine, quando Lewis si ferma e rientra in pista con 9 secondi di distacco dal rivale.

Dopo il secondo pit-stop Perez è sempre terzo davanti a Leclerc, Ricciardo che è quinto sventa l’attacco di Sainz mandandolo largo anche con un contatto, Bottas è risalito al settimo posto scavalcando Norris e Tsunoda, Raikkonen, decimo, è l’ultimo in zona punti ma finisce nella ghiaia a cinque giri dalla fine cedendo il punticino a Sebastian Vettel che con la sua Aston Martin aveva appena superato Giovinazzi.

Hamilton arriva a un secondo e mezzo da Verstappen a sei tornate dalla conclusione, resta lì per un po’ ma ai meno tre comincia ad avvicinarsi pericolosamente, tuttavia l’olandese riesce a contenerne la rimonta e si porta a casa l’ottava vittoria stagionale, la diciottesima in carriera, aumentando il suo vantaggio nella classifica mondiale a 12 punti, al britannico rimane la magra consolazione del giro più veloce. Le altre posizioni non cambiano eccezion fatta per Bottas che all’ultimo giro soffia la sesta a Sainz.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...