Virgilio Sport

F1, Horner: "Troppe regole, alla F1 manca Whiting"

"Ovviamente quasi tutte le decisioni sono andate contro di noi"

Pubblicato:

F1, Horner: "Troppe regole, alla F1 manca Whiting" Fonte: Getty Images

Quella andata in scena ieri sul circuito di Jeddah è stata una corsa incredibile, piena di colpi di scena. Il duello tra Max Verstappen e Luis Hamilton è stato pazzesco, senza esclusione di colpi.

Sportellate, tamponamenti, investigazioni, messaggi radio velenosissimi…insomma una Gp trhilling ad alto tasso emotivo. Alla fine l’ha spuntata il pilota britannico della Mercedes che adesso appaia l’olandese in vetta alla classifica piloti. L’alfiere della Red Bull ha dovuto alzare bandiera bianca, conquistando il secondo posto ma subendo ben due penalizzazioni.

Nonostante la doppia penalità alla fine non abbia influito in maniera drammatica sull’esito del Gp, Horner non è d’accordo su quanto avvenuto ai piani alti della F1 e rimpiange l’operato di una persona scomparsa, ovvero Charlie Withing, il cui posto è stato preso da Masi. “Penso che siamo troppo regolamentati – ha commentato Horner – ci sono regole sulla distanza di dieci lunghezze di auto, poi il giro di formazione non è un giro di formazione se c’è una ripartenza. Mi sembra che ci siano troppe regole. Mi sembra che oggi allo sport manchi Charlie Whiting. Mi dispiace dirlo, ma per l’esperienza che aveva…”.

“Per Michael [Masi] e per i commissari è difficile – ha riconosciuto Horner – in particolare in questo tipo di circuito, per la quantità di detriti e di tipi di curve che ci sono. Ma è lo stesso per tutti. Ovviamente quasi tutte le decisioni sono andate contro di noi – ha chiosato amaro – come è stato a Doha un paio di settimane fa. E poi sabato abbiamo visto un paio di episodi [quelli con Hamilton protagonista] che erano opinabili, a dir poco”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...