,,
Virgilio Sport

F1, Mick Schumacher rischia il licenziamento dalla Haas

Il figlio d'arte sta commettendo una serie di errori che sta mettendo in difficoltà finanziarie la Haas. Gunther Steiner ha parlato chiaro, questi problemi non saranno più tollerati.

10-06-2022 10:11

F1, Mick Schumacher rischia il licenziamento dalla Haas Fonte: Getty Images

Problemi seri in F1 per Mick Schumacher, figlio del grande Michael e pilota della Haas, ma facente anche parte della Scuderia Ferrari, del quale è da quest’anno terzo pilota (significa che sarebbe chiamato a sostituire Leclerc o Sainz in caso di necessità).

Tutti hanno ancora negli occhi la monoposto di Schumi Jr. strappata in due alle Piscine nel corso del GP di Montecarlo, ma non è di certo l’unico grave errore del pilota tedesco, al suo secondo anno in F1 (anche a Jeddah c’è stato un errore grave da parte del pilota).

Nel box della Haas la tensione è alle stelle dopo il confronto faccia a faccia tra Schumacher e il team principali della Scuderia Gunther Steiner. Schumi sarebbe stato avvertito sulla necessità di non commettere più errori simili, che stanno mettendo la Scuderia in serie difficoltà finanziarie. 

I soldi per le riparazioni stanno finendo e, come scrive oggi Tuttosport, anche nel caso si riesca a trovarne altri non ci sarebbe il tempo tecnico necessario per produrre altri pezzi. 

Al suo secondo anno, Schumi sta facendo un passo indietro rispetto alla stagione 2021, che è stata molto positiva nonostante una macchina palesemente inferiore. In questa stagione invece, forse anche a causa del cambio di regolamento e di monoposto, Schumi è come se stesse ancora imparando e fosse ancora al suo primo anno, pagando quasi ogni weekend dal compagno di box Kevin Magnussen. 

Al momento Schumi conserva il posto, ma questa situazione è l’anticamera del licenziamento. Se non vuole tornare in categorie minori, deve darsi una mossa.

Queste le sue parole poco prima dell’inizio delle prove libere a Baku, ottavo appuntamento del Mondiale F1 2022:

“In seguito agli incidenti avuti in questa annata sono consapevole che devo stare attento dato che ci sono pochi ricambi, ma so anche che serve arrivare a prendere dei punti. La pressione non mi fa paura, anzi, mi da motivazioni proprio allo stesso modi di sempre nelle categorie minori dove sono sempre stato in grado di raggiungere i miei obiettivi, obiettivi che desidero trovare anche in F1. A Montecarlo il fine settimana stava andando alla frande, in prova siamo stati veramente attaccati all’Alfa Romeo di Bottas, ed è stato inaspettato. In gara avevamo preparato la strategia giusta, poi però c’è stato l’incidente. Io non ho avuto nessuna conseguenza e non mi aspettavo danni simili. Per questo ci troviamo un po’ a corto di pezzi all’interno del box”. 

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...